Lavoro e sicurezza. Flai Cgil, bene ordinanza Emiliano per lavoratori all’aperto

“Bene l’ordinanza emanata dal presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, che, a fronte dello straordinario caldo di questi giorni, ha vietato il lavoro all’aperto e al sole dalle ore 12.30 alle 16 fino al 31 agosto, nei giorni indicati ad alto rischio. Nel nostro comparto ‘lavoratori esposti al sole’ con ‘attività fisica intensa’ sono moltissimi, da coloro impegnati nei campi ai lavoratori forestali, passando per gli allevamenti, la pesca e consorzi di bonifica. Questa ordinanza, che ci auguriamo non sia l’unica sul territorio nazionale, va nella direzione delle nostre richieste per garantire condizioni essenziali di salute e sicurezza per lavoratrici e lavoratori. Come non ricordare Paola Clemente, che morì mentre lavorava sopra i 40 gradi di temperatura”. Lo dichiarano in una nota Tina Balì e Davide Fiatti della Segreteria nazionale della Flai Cgil.

“Si tratta di un provvedimento che dice no allo sfruttamento e sì alla tutela della salute. Situazioni meteo estreme, come quella di queste settimane, saranno sempre più frequenti anche a causa dei cambiamenti climatici ed è necessario intervenire con misure in grado di sostenere chi lavora all’aperto”.

Articoli correlati

Alessandra Stefani nuovo presidente del Cluster Nazionale Italia Foresta Legno

Una nomina fortemente voluta ed apprezzata da tutti i soci vista l'esperienza e la capacità di dialogo che Alessandra Stefani ha saputo dimostrare nel...

Lavoro e rischio calore, diritti e cassa integrazione

L’esposizione al calore può comportare malori anche gravi e aumento del rischio infortunistico. Nel periodo estivo dove si registrano temperature eccezionalmente elevate i rischi...

Cgil e Osservatorio Placido Rizzotto alla Cia Savona: «Negare il caporalato è grave, serve una battaglia comune»

«L’intervento della Cia di Savona riportato oggi dai media locali, secondo cui ad Albenga il caporalato non esisterebbe, non ci sorprende, ma ci preoccupa...