HomeComunicatiLa tragedia di Stornara nella giornata del migrante, Bilongo Flai Cgil: “Condizioni...

La tragedia di Stornara nella giornata del migrante, Bilongo Flai Cgil: “Condizioni di vita inaccettabili, lottiamo perché le cose cambino”  

“Anche quest’anno la celebrazione della Giornata Internazionale del Migrante è avvolta da un velo di cupezza”, dice Jean René Bilongo, dipartimento inclusione Flai Cgil nazionale. “Mancanza di luce per la tragica scomparsa di due fratellini di appena 2 e 4 anni, morti nell’incendio divampato nel ghetto bulgaro di Stornara, nel foggiano. La dinamica è sempre la stessa, si ripete puntualmente negli insediamenti rurali informali: per avere un po’ di calore durante i freddi mesi invernali, si ricorre a qualsiasi cosa, si cercano rudimentali espedienti, e l’incendio è sempre in agguato”. Per Bilongo“tante, troppe volte scene del genere si sono proposte davanti ai nostri occhi: accampamenti rasi al suolo dalle fiamme, con il frequente corollario di vite spezzate. A Stornara i due bambini non hanno avuto scampo, quando si sono propagate le fiamme il padre era al lavoro nelle campagne e anche la madre era impegnata. In Flai Cgil conosciamo bene gli accampamenti rurali informali. Li percorriamo con il sindacato di strada e con le nostre iniziative”. Bilongo non ha dubbi:Non possiamo continuare a voltarci dall’altra parte, fingere di non vedere il dramma e la sofferenza di tante e tanti migranti relegati nei ghetti, imbrigliati dagli sfruttatori e schiacciati dai caporali”. Nei giorni più bui dell’anno, questa ennesima tragedia strappa il velo che cerca di nascondere un dramma quotidiano e insostenibile. Noi non possiamo tacere dinanzi al cinismo di governi che fanno leva sulla disperazione di bambini, di donne e di uomini usandoli come scudi umani per contrapposizioni geopolitiche, come avviene nella Fortezza Europa. Non possiamo essere indifferenti di fronte a un Mediterraneo sempre più lastricato di morti”. Per la Flai Cgil, sono tutte priorità indifferibili, che non possono essere ritardate o rimandate: “Continueremo a dare il nostro contributo di idee, di mobilitazioni, di azioni e di interventi concreti per un mondo migliore. Sempre dalla stessa parte siamo”.

Articoli correlati

Tina Balì, Flai Cgil: “Mancano i fondi per la difesa del suolo, la manovra non risponde alle esigenze del paese”

Il consumo del suolo continua ad aumentare, nel 2021 la media è stata di 19 ettari persi al giorno, il valore più alto degli ultimi 10 anni, secondo i dati dell'Ispra. Tina Balì, segretaria...

Flai Cgil all’assemblea nazionale dei Campi della legalità di Libera

All’Assemblea nazionale dei campi di impegno e formazione sui beni confiscati alla criminalità organizzata ‘E!State Liberi!’, all’Auditorium San Domenico di Roma, Jean-René Bilongo, capo dipartimento legalità Flai Nazionale e presidente dell’Osservatorio Placido Rizzotto, interviene...

Agricoltura. Fiatti: bene PAC Italia, insieme a condizionalità sociale deve creare buona occupazione

“Una buona notizia per il settore agricolo il via libera della Commissione europea al Piano Strategico Nazionale dell'Italia sulla Politica agricola comune (Pac), con un sostegno di oltre 35 miliardi di euro, tra contributi...

MEMORIA 2 Dicembre 1968. I fatti di Avola: la polizia spara sui braccianti

Sono all’undicesimo giorno di sciopero i braccianti siracusani e l’intervento armato della polizia altro non è che il tentativo delle forze agrarie di spezzare il movimento rivendicativo, di dare una lezione a tutti i...

6 e 7 dicembre a Roma seminario finale del progetto Di.Agr.A.M.M.I. di Legalità al centro-nord

In 30 mesi di attività di contrasto al caporalato e allo sfruttamento dei lavoratori migranti in agricoltura, ha aiutato oltre 20mila persone Si terrà il 6 e 7 dicembre 2022 nel Centro Congressi Roma Eventi...