HomeComunicatiIntesa Ferrero Flai, Fai, Uila: maggiori tutele per la vita quotidiana di...

Intesa Ferrero Flai, Fai, Uila: maggiori tutele per la vita quotidiana di lavoratrici e lavoratori

La Direzione Aziendale Ferrero si è incontrata con le Segreterie Nazionali e, in collegamento da remoto, con le Segreterie regionali e territoriali di FAI-CISL, FLAI CGIL e UILA UIL, il coordinamento nazionale delle R.S.U. e le rappresentanze sindacali della rete commerciale. Come previsto in sede di rinnovo dell’Accordo Integrativo Aziendale del 18 luglio 2018 e dopo aver attentamente analizzato le esigenze specifiche all’interno delle diverse realtà italiane, le Parti si sono incontrate per aggiornare  il capitolo “Le Persone in Ferrero” e attuare il progetto quadro previsto nel capitolo “Welfare”. Ferrero e le Organizzazioni Sindacali da sempre si impegnano a costruire un ambiente favorevole per i dipendenti e le loro famiglie, valorizzando la diversità e favorendo l’inclusione affinchè i collaboratori si sentano accolti, apprezzati e abbiano le stesse opportunità. A tal fine sono state concordate ulteriori agevolazioni in occasione della nascita dei figli, prevedendo permessi retribuiti per assentarsi dal lavoro fino a quattro settimane in un momento importante della vita di coppia come l’arrivo di un figlio (nascita, adozione, accoglimento). Inoltre sono previsti permessi retribuiti per accompagnare i figli a visite mediche specialistiche o per accompagnare la mamma in gravidanza alle visite specialistiche prenatali o consentire ai dipendenti l’assistenza al coniuge e/o ai genitori anziani con problemi di salute. Le iniziative sopra descritte, in linea con quanto previsto dalla “Parental Policy” di Gruppo, sono rivolte a tutti i tipi di famiglia, indifferentemente dal genere delle persone che la compongono e dalla modalità di ingresso in famiglia del bambino con lo scopo di attivare un fattivo sostegno alla genitorialità. Altro capitolo importante è volto alla valorizzazione e alla promozione dell’istituto della “Banca ore solidale”, ossia l’opportunità di prevedere e regolamentare la possibilità di cessione volontaria delle ferie maturate a favore dei dipendenti che si trovino in una situazione improvvisa di notevole gravità, invalidante e temporanea in capo a sé stessi, ovvero a figli, genitori, fratelli/sorelle, coniuge, soggetto parte di un’unione civile o convivente accertato e a causa di tale condizione necessitino di assentarsi dal lavoro. L’accordo raggiunto rappresenta un efficace strumento di supporto sociale e concretizza l’opportunità per i Lavoratori di esprimere la concreta vicinanza, la propria solidarietà e sostegno ai colleghi in difficoltà. Importanti novità anche sul fronte del Lavoro Agile. Nell’ottica condivisa che il benessere delle persone in Ferrero costituisce un presupposto essenziale dell’efficienza aziendale e con l’obiettivo di permettere al personale di rafforzare il rapporto di fiducia tra azienda e collaboratore. L’accordo promuove le tutele a favore della genitorialità, ossia la possibilità per tutte le future mamme di lavorare in smart working nell’ottavo e nono mese di gravidanza; a questa opzione si aggiunge la possibilità per uno dei due genitori di lavorare da remoto nei 6 mesi successivi al termine della maternità obbligatoria. In relazione al capitolo Welfare, si è confermata la volontà di definire e regolamentare la convertibilità, su base volontaria, di una parte del Premio Legato agli Obiettivi – PLO (nella misura massima del 30% del suo valore) in servizi alle persone che saranno resi disponibili tramite apposita piattaforma. A fini indicativi, il paniere welfare prevederà molteplici agevolazioni che possono essere catalogate negli ambiti Famiglia, assistenza sanitaria e previdenza complementare. L’Azienda e le Organizzazioni sindacali esprimono  la loro  soddisfazione per il risultato conseguito, che conferma l’impegno comune di porre al centro l’attenzione e la tutela della dignità delle persone e l’importanza dei legami sociali; obiettivi di questa rilevanza si  raggiungono grazie a consolidate relazioni sindacali basate sul confronto costruttivo e positivo.

Articoli correlati

Tina Balì, Flai Cgil: “Mancano i fondi per la difesa del suolo, la manovra non risponde alle esigenze del paese”

Il consumo del suolo continua ad aumentare, nel 2021 la media è stata di 19 ettari persi al giorno, il valore più alto degli ultimi 10 anni, secondo i dati dell'Ispra. Tina Balì, segretaria...

Flai Cgil all’assemblea nazionale dei Campi della legalità di Libera

All’Assemblea nazionale dei campi di impegno e formazione sui beni confiscati alla criminalità organizzata ‘E!State Liberi!’, all’Auditorium San Domenico di Roma, Jean-René Bilongo, capo dipartimento legalità Flai Nazionale e presidente dell’Osservatorio Placido Rizzotto, interviene...

Agricoltura. Fiatti: bene PAC Italia, insieme a condizionalità sociale deve creare buona occupazione

“Una buona notizia per il settore agricolo il via libera della Commissione europea al Piano Strategico Nazionale dell'Italia sulla Politica agricola comune (Pac), con un sostegno di oltre 35 miliardi di euro, tra contributi...

MEMORIA 2 Dicembre 1968. I fatti di Avola: la polizia spara sui braccianti

Sono all’undicesimo giorno di sciopero i braccianti siracusani e l’intervento armato della polizia altro non è che il tentativo delle forze agrarie di spezzare il movimento rivendicativo, di dare una lezione a tutti i...

6 e 7 dicembre a Roma seminario finale del progetto Di.Agr.A.M.M.I. di Legalità al centro-nord

In 30 mesi di attività di contrasto al caporalato e allo sfruttamento dei lavoratori migranti in agricoltura, ha aiutato oltre 20mila persone Si terrà il 6 e 7 dicembre 2022 nel Centro Congressi Roma Eventi...