Infortuni lavoro. Mandarano: lavoratori forestali molto esposti, serve formazione e prevenzione

“Ancora una morte sul lavoro colpisce il settore dei lavoratori forestali, l’ennesima dopo gli infortuni mortali delle scorse settimane. Il giovane morto mercoledì in Calabria si aggiunge a una lista non degna di un Paese civile. Nel settore della forestazione, nel quale si eseguono lavori per loro natura difficili in condizioni spesso avverse e in luoghi impervi e inospitali, deve essere prioritaria la formazione e la prevenzione in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro”. Lo dichiara Domenico Mandarano della Flai Cgil nazionale.

“Considerata la continua e inarrestabile strage sul lavoro è evidente che norme e leggi non vengono rispettate e che la sicurezza viene considerata una priorità, anzi un prerequisito necessario. Torniamo a chiedere con forza che vengano applicate le leggi, effettuati i controlli e comminate sanzioni a chi non le rispetta. Inoltre, è necessario che le Regioni facciano la propria parte, come prevede il Testo Unico della forestazione del 2018 che individua nella formazione professionale l’elemento fondamentale per svolgere questa attività lavorativa in sicurezza”.  

Articoli correlati

Agricoltura, alla vigilia del voto europeo si ‘semplifica’ la Pac con i datoriali senza consultare i sindacati

Coinu, Flai Cgil: “Gravissime le responsabilità del Commissario Wojciechowski rispetto al tentativo di affossamento del Green Deal” In queste ore Janusz Wojciechowski, Commissario Europeo all’Agricoltura,...

“Radici del passato, sguardi al futuro”, lunedì 8 aprile a Roma l’iniziativa per i vent’anni di Metes

Dal significato odierno della formazione sindacale a quello dell’insegnamento dell’italiano ai lavoratori migranti. Dal valore della ricerca per uno sviluppo sostenibile a quello dello...

Caporalato nelle vigne delle Langhe, Flai Cgil: “Da nord a sud, vitivinicolo sempre più spesso protagonista di cronache di sfruttamento. Situazione intollerabile, intervenire subito”

Guaraldi: “Inaccettabile che prodotti fiore all’occhiello delle produzioni agroalimentari del nostro paese siano macchiati del sangue dei lavoratori e delle lavoratrici” “Il caporalato e lo...