Il Commissario Europeo al lavoro Nicolas SCHIMT risponde ad Effat affermando la necessita di regolarizzare i lavoratori migranti

Nel corso della crisi Covid 19, il nostro sindacato europeo Effat, ha scritto direttamente alla Commissione Europea per sollecitare vari temi tra cui quello della tutela dei lavoratori agricoli migranti durante la pandemia e quella della regolarizzazione dei lavoratori migranti che operano nei paesi comunitari.

La risposta arriva dal commissario al lavoro, il lussemburghese, Nicolas SCHMIT, che in una lunga lettera di risposta ad Effat, afferma chiaramente la necessita di regolarizzare i lavoratori migranti privi di documenti (pag. 4 della lettera).

Si tratta di una presa di posizione molto importante e di grande valore politico conseguito grazie al puntuale lavoro di EFFAT.

In allegato il testo integrale della lettera:

Lettre to Mr Bragason sign

 

 

 

Articoli correlati

Agricoltura, alla vigilia del voto europeo si ‘semplifica’ la Pac con i datoriali senza consultare i sindacati

Coinu, Flai Cgil: “Gravissime le responsabilità del Commissario Wojciechowski rispetto al tentativo di affossamento del Green Deal” In queste ore Janusz Wojciechowski, Commissario Europeo all’Agricoltura,...

“Radici del passato, sguardi al futuro”, lunedì 8 aprile a Roma l’iniziativa per i vent’anni di Metes

Dal significato odierno della formazione sindacale a quello dell’insegnamento dell’italiano ai lavoratori migranti. Dal valore della ricerca per uno sviluppo sostenibile a quello dello...

Caporalato nelle vigne delle Langhe, Flai Cgil: “Da nord a sud, vitivinicolo sempre più spesso protagonista di cronache di sfruttamento. Situazione intollerabile, intervenire subito”

Guaraldi: “Inaccettabile che prodotti fiore all’occhiello delle produzioni agroalimentari del nostro paese siano macchiati del sangue dei lavoratori e delle lavoratrici” “Il caporalato e lo...