HomeComunicatiGenere e sfruttamento lavorativo in agricoltura

Genere e sfruttamento lavorativo in agricoltura

L’Organizzazione Internazionale del Lavoro ha promosso il seminario “Genere e sfruttamento lavorativo in agricoltura”, nel quale è stato presentato il Rapporto curato dalla Professoressa Maria Grazia Giammarinaro, consulente Oil, già Magistrata e Relatrice speciale delle Nazioni Unite sulla tratta di persone a scopo di sfruttamento.
Il rapporto fa emergere le peculiarità della condizione delle lavoratrici in agricoltura, il 32% secondo i dati INPS, che evidenziano la necessità di integrare una prospettiva di genere negli strumenti di prevenzione e contrasto dello sfruttamento.
Per la Flai Cgil ha partecipato la Segretaria nazionale Tina Balì, intervenendo sul tema: “Promuovere il lavoro dignitoso delle lavoratrici in agricoltura: priorità per le politiche e le relazioni industriali”.
“È importante – ha dichiarato Tina Balì – il rapporto presentato oggi perché c’è necessità di declinare in un’ottica di genere tutte le tematiche che affrontiamo, oggi lo si fa con il piano triennale per il contrasto al caporalato. Lo sfruttamento spesso per le lavoratrici donne è triplo: lavorativo, sessuale, salariale. A tutto ciò, per le lavoratrici straniere si aggiunge il doppio isolamento, isolate nel lavoro e nel luogo dove lavorano ma isolate dalle famiglie che spesso sono nel paese d’origine, questo le rende ancor più vulnerabili. Allora possiamo usare gli strumenti che abbiamo declinandoli in una ottica di genere, dal Piano Triennale ai contratti, alla condizionalita’ sociale nella Pac. È necessario agire su prevenzione e reinserimento socio lavorativo, sugli alloggi, sui trasporti, sui centri per l’impiego anche usando le possibilità in arrivo con le politiche e le risorse del PNRR, sul quale però serve una verifica attenta di come vengono usate le risorse e le ricadute reali degli interventi”.
 

Articoli correlati

Pernigotti. Incontro congiunto al Ministero del lavoro

  Si è svolto questa mattina, in video conferenza, l’esame congiunto, presso il ministero del Lavoro, sulla vertenza Pernigotti al quale hanno partecipato, alla presenza anche del Mise, i rappresentanti nazionali e territoriali di Fai,...

Pesca. Ennesimo incidente mortale conferma la pericolosità del settore. Urgente applicare al comparto norme di sicurezza previste da Testo Unico 81

"La pesca rimane una delle professioni più pericolose al mondo e l'incidente di lunedì scorso, dove un pescatore ha perso la vita nel rovesciamento della vongolara su cui era imbarcato, conferma questo triste primato...

Vertenza BuCastelli – Alival. Fai, Flai, Uila: sciopero riuscito, dai lavoratori un segnale forte

“Sciopero riuscito oggi nei vari siti del gruppo BuCastelli – Alival a fronte della annunciata chiusura degli stabilimenti di Ponte Buggianese, Reggio Calabria e degli esuberi a Santa Rita. Forte il segnale arrivato dai...

Nel Gran Ghetto di Foggia tragedia annunciata, necessario agire su alloggi e trasporti

“Ancora, l’ennesima una tragedia annunciata, ancora una morte che poteva essere evitata se fossero messe in atto misure di accoglienza adeguate e se i lavoratori stranieri fossero in condizione di ricevere paghe adeguate”. Così...

Accordo integrativo Bat. Fai, Flai e Uila: “Misure innovative per sostenere le famiglie e contrastare l’inflazione”

Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil commentano con soddisfazione il nuovo accordo integrativo, per il quadriennio 2022-2025, sottoscritto con Bat, British American Tobacco Italia “che prevede misure di contrasto all’inflazione, in sostegno alle famiglie che...