Froneri/Nestlé. Galli, vergognose parole De Falco su FB che inneggia a “gelato mafia”

“Corrado De Falco, dirigente Froneri e protagonista della chiusura dello stabilimento del gelato di Parma con tanto di licenziamento di 120 lavoratori, si è reso protagonista di un post su Fb dai toni gravi e vergognosi. Nel post pubblico sul proprio profilo come didascalia a foto di festeggiamenti usa la singolare dizione “gelato mafia” e relativi commenti che dicono “mafia family”, il tutto se servisse ad aggravare la cosa anche a pochi giorni dalla Giornata di Libera contro le mafie”. Lo dichiara Ivana Galli, Segretaria Generale Flai Cgil.
“Risulta preoccupante che personaggi con responsabilità in ambito aziendale usino il termine mafia in contesti pubblici e privati come se fosse un marchio di cui andare fieri o con cui mostrare un certo potere. È inammissibile usare un termine del genere che, invece, è sinonimo di violenza, illegalità, disprezzo della vita delle persone e delle regole. È ancor più preoccupante pensare che aziende siano rappresentate da persone che pensano alla mafia come ad un modello, persone che hanno anche il potere di decidere sul futuro dei lavoratori. Siamo indignati e preoccupati e ci auguriamo che questo grave episodio che denunciamo con forza sia censurato e stigmatizzato anche da altri”.

Articoli correlati

Rinnovo Ccnl cooperazione agricola, si tratta per aumentare diritti e tutele

Fai, Flai e Uila in riunione per il nuovo contratto, in calendario ulteriori confronti in sede tecnica e una plenaria entro il mese di maggio Un...

Agricoltura, alla vigilia del voto europeo si ‘semplifica’ la Pac con i datoriali senza consultare i sindacati

Coinu, Flai Cgil: “Gravissime le responsabilità del Commissario Wojciechowski rispetto al tentativo di affossamento del Green Deal” In queste ore Janusz Wojciechowski, Commissario Europeo all’Agricoltura,...

“Radici del passato, sguardi al futuro”, lunedì 8 aprile a Roma l’iniziativa per i vent’anni di Metes

Dal significato odierno della formazione sindacale a quello dell’insegnamento dell’italiano ai lavoratori migranti. Dal valore della ricerca per uno sviluppo sostenibile a quello dello...