HomeComunicatiFormazione. Il 12 ottobre conferenza stampa di presentazione piano formativo “Formare la...

Formazione. Il 12 ottobre conferenza stampa di presentazione piano formativo “Formare la competitività in agricoltura nella provincia di Salerno” – For. Agri.

La Fondazione Metes, istituto di ricerca e formazione, lunedì 12 ottobre alle ore 12:00 presso la Flai Cgil in Via Leopoldo Serra 31, presenterà i risultati delle attività realizzate nell’ambito del piano formativo “Formare la competitività in agricoltura nella provincia di Salerno” (prot. 75) – Avviso For. Agri. 1/2013.

Il Piano, realizzato con il contributo di For. Agri., Fondo paritetico nazionale interprofessionale per la formazione continua in agricoltura, costituito da CONFAGRICOLTURA, COLDIRETTI, CIA, CGIL, CISL, UIL e CONFEDERDIA ai sensi della Legge n. 388 del 2000, ha permesso di coinvolgere 96 lavoratori distribuiti in 10 aule per durata complessiva di 248 ore di formazione. Oltre all’erogazione dell’attività formativa il Piano ha consentito di approfondire la conoscenza delle problematiche connesse alla gestione della sicurezza sul lavoro nel settore agricolo. In tal senso, la ricerca “Salute e sicurezza nel settore agricolo nella provincia di Salerno” ha permesso di identificare le principali criticità connesse alla sicurezza sul lavoro nel settore agricolo e di identificare gli strumenti per il miglioramento della qualità dell’ambiente e delle condizioni di lavoro.

I risultati della ricerca saranno presentati da Claudia Cesarini, Direttore Generale Fondazione Metes e Felice Giordano, Ricercatore presso il Dip.to di Igiene pubblica e malattie infettive dell’Università Sapienza. Alle conferenza stampa interverranno – oltre a Claudia Cesarini e Felice Giordano – Ivana Galli, Presidente Fondazione Metes e Stefano Bianchi, Presidente For. Agri.

Negli anni, la Fondazione, ha maturato una specifica esperienza rispetto all’approfondimento delle tematiche connesse all’agroalimentare, accreditandosi quale riferimento per la discussione sindacale e categoriale, nonché consolidando una riconosciuta posizione nel mercato, con particolare riferimento alle attività di formazione finanziata, soprattutto, dal Fondo For. Agri e da Fondimpresa.

I Piani formativi finanziati da FOR.AGRI. hanno permesso finora di realizzare una significativa attività di formazione in Lazio, Emilia Romagna, Puglia, Sicilia, Toscana, Umbria, Campania e Veneto sulle tematiche della sicurezza e della qualità del lavoro agricolo che finora ha permesso di coinvolgere nella formazione 2.529 lavoratori, appartenenti a 48 aziende agricole e distribuiti in 181 aule, per un totale di 3.092 ore di formazione erogata. Nell’ambito di Fondimpresa, d’altra parte, sono stati coinvolti 649 lavoratori appartenenti a 20 imprese alimentari che distribuiti in 304 aule hanno seguito 1.784 ore di formazione.

Articoli correlati

Agricoltura. Fiatti: bene PAC Italia, insieme a condizionalità sociale deve creare buona occupazione

“Una buona notizia per il settore agricolo il via libera della Commissione europea al Piano Strategico Nazionale dell'Italia sulla Politica agricola comune (Pac), con un sostegno di oltre 35 miliardi di euro, tra contributi...

MEMORIA 2 Dicembre 1968. I fatti di Avola: la polizia spara sui braccianti

Sono all’undicesimo giorno di sciopero i braccianti siracusani e l’intervento armato della polizia altro non è che il tentativo delle forze agrarie di spezzare il movimento rivendicativo, di dare una lezione a tutti i...

6 e 7 dicembre a Roma seminario finale del progetto Di.Agr.A.M.M.I. di Legalità al centro-nord

In 30 mesi di attività di contrasto al caporalato e allo sfruttamento dei lavoratori migranti in agricoltura, ha aiutato oltre 20mila persone Si terrà il 6 e 7 dicembre 2022 nel Centro Congressi Roma Eventi...

Flai Cgil, altri nove bancali di cibo al Vaticano, solidarietà concreta per chi non arriva a fine mese

L’aumento sempre più marcato delle diseguaglianze, evidenziato da tutti i centri di ricerca, rende indispensabili interventi di solidarietà concreta. Contro vecchie e nuove povertà servono risposte decise, va in questa direzione la consegna da...

Agricoltura: BioAs e Osservatorio Placido Rizzotto insieme per contrastare concretamente il caporalato e ogni forma di sfruttamento

Per fermare il caporalato e lo sfruttamento in agricoltura le leggi sono importanti ma ci vogliono azioni concrete.  L’accordo siglato ieri tra l’Osservatorio Placido Rizzotto e BioAs (Associazione Nazionale Bio Agricoltura Sociale), va proprio in...