Forestali. Segretari Nazionali Fai-Flai-Uila ricevuti al Mipaaf. La mobilitazione prosegue con due presìdi la prossima settima


Si è svolto questa mattina, a Roma, di fronte al Ministero delle politiche Agricole e Forestali, il secondo presidio organizzato dai sindacati Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil per tenere alta l’attenzione sull’urgenza del rinnovo contrattuale per il comparto forestazione scaduto nel 2012, che interessa circa 65mila lavoratori idraulico forestali. 
Positivo l’incontro tra i rappresentanti sindacali e il dott. Enrico Esposito responsabile dell’ufficio legislativo del Mipaaf. Dal confronto è emersa la volontà delle Istituzioni a trovare in tempi rapidi una soluzione normativa, che permetta alla Conferenza delle Regioni di sottoscrivere quanto già condiviso nel pre accordo del 4 agosto scorso. 
I segretari nazionali di Fai Cisl Raffaella Buonaguro, Flai Cgil Davide Fiatti e Uila Uil Giorgio Carra confermano il prosieguo della mobilitazione con due presìdi organizzati per la prossima settimana. “Continuiamo il nostro impegno al fianco dei lavoratori e faremo pressioni perché ci sia un’assunzione di responsabilità di tutti i Ministeri coinvolti, per chiudere positivamente e rapidamente la trattativa.”

Articoli correlati

Agricoltura, alla vigilia del voto europeo si ‘semplifica’ la Pac con i datoriali senza consultare i sindacati

Coinu, Flai Cgil: “Gravissime le responsabilità del Commissario Wojciechowski rispetto al tentativo di affossamento del Green Deal” In queste ore Janusz Wojciechowski, Commissario Europeo all’Agricoltura,...

“Radici del passato, sguardi al futuro”, lunedì 8 aprile a Roma l’iniziativa per i vent’anni di Metes

Dal significato odierno della formazione sindacale a quello dell’insegnamento dell’italiano ai lavoratori migranti. Dal valore della ricerca per uno sviluppo sostenibile a quello dello...

Caporalato nelle vigne delle Langhe, Flai Cgil: “Da nord a sud, vitivinicolo sempre più spesso protagonista di cronache di sfruttamento. Situazione intollerabile, intervenire subito”

Guaraldi: “Inaccettabile che prodotti fiore all’occhiello delle produzioni agroalimentari del nostro paese siano macchiati del sangue dei lavoratori e delle lavoratrici” “Il caporalato e lo...