HomeComunicatiFerrarini Vismara. Fai, Flai, Uila chiarezza su prospettiva occupazionale da Gruppo

Ferrarini Vismara. Fai, Flai, Uila chiarezza su prospettiva occupazionale da Gruppo

A fronte delle notizie di stampa con le quali abbiamo appreso della volontà di una nuova cordata di banche e imprenditori guidata da Intesa San Paolo volta a rilevare le attività produttive di Ferrarini e Vismara, le organizzazioni sindacali Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil, evidenziano comunque l’importanza che ogni iniziativa di soluzione delle attuali procedure concordatarie in corso per le 2 realtà aziendali debba massimizzare le prospettive industriali delle attività produttive nei siti attualmente localizzati e la tenuta dell’occupazione riguardante oltre 550 posti di lavoro.

In particolare rispetto ai contenuti delle nuove proposte manifestate le organizzazione sindacali ribadiscono da parte loro le questioni che fin dall’inizio della crisi finanziaria e gestionali delle aziende interessate hanno guidato la loro azione:

– vanno superate in tempi brevi le procedure concordatarie per normalizzare la gestione delle aziende e passare ad una indispensabile fase di nuovi investimenti (anche relativamente al nuovo stabilimento di Reggio Emilia) e sviluppo di produzioni e marchi;
– va  assicurata la continuità produttiva nei vari siti che da mesi sta garantendo la presenza delle produzioni e dei marchi sul mercato e l’occupazione dei lavoratori interessati;
– vanno valutate tutte le ipotesi e gli interessamenti volti a rilevare le attività produttive e a garantire le prospettive occupazionali, permettendo alle organizzazioni sindacali e ai rappresentanti dei lavoratori di conoscere e approfondire ogni possibile proposta in campo. A tal fine le organizzazioni sindacali dichiarano il loro interesse a conoscere il piano industriale che la cordata guidata da Intesa San Paolo ha dichiarato di voler mettere in campo, rimuovendo quindi ogni ultimatum che nel giro di pochissime ore vorrebbe far evolvere definitivamente la situazione senza poterne conoscere i dettagli e le caratteristiche.
A tal fine assume maggiore rilevanza  l’incontro che come sindacati abbiamo chiesto ed ottenuto al MISE per il prossimo 12 novembre relativamente alla situazione del gruppo Ferrarini Vismara, occasione ancora più importante affinché in una sede istituzionale si faccia chiarezza e trasparenza sulle reali intenzioni degli attori in campo e sulle migliori prospettive per l’occupazione.

Articoli correlati

Pernigotti. Incontro congiunto al Ministero del lavoro

  Si è svolto questa mattina, in video conferenza, l’esame congiunto, presso il ministero del Lavoro, sulla vertenza Pernigotti al quale hanno partecipato, alla presenza anche del Mise, i rappresentanti nazionali e territoriali di Fai,...

Pesca. Ennesimo incidente mortale conferma la pericolosità del settore. Urgente applicare al comparto norme di sicurezza previste da Testo Unico 81

"La pesca rimane una delle professioni più pericolose al mondo e l'incidente di lunedì scorso, dove un pescatore ha perso la vita nel rovesciamento della vongolara su cui era imbarcato, conferma questo triste primato...

Vertenza BuCastelli – Alival. Fai, Flai, Uila: sciopero riuscito, dai lavoratori un segnale forte

“Sciopero riuscito oggi nei vari siti del gruppo BuCastelli – Alival a fronte della annunciata chiusura degli stabilimenti di Ponte Buggianese, Reggio Calabria e degli esuberi a Santa Rita. Forte il segnale arrivato dai...

Nel Gran Ghetto di Foggia tragedia annunciata, necessario agire su alloggi e trasporti

“Ancora, l’ennesima una tragedia annunciata, ancora una morte che poteva essere evitata se fossero messe in atto misure di accoglienza adeguate e se i lavoratori stranieri fossero in condizione di ricevere paghe adeguate”. Così...

Accordo integrativo Bat. Fai, Flai e Uila: “Misure innovative per sostenere le famiglie e contrastare l’inflazione”

Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil commentano con soddisfazione il nuovo accordo integrativo, per il quadriennio 2022-2025, sottoscritto con Bat, British American Tobacco Italia “che prevede misure di contrasto all’inflazione, in sostegno alle famiglie che...