HomeComunicatiFai, Flai e Uila chiedono tavolo crisi al Mise per Bu Castelli,...

Fai, Flai e Uila chiedono tavolo crisi al Mise per Bu Castelli, Gruppo Lactalis

Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil chiedono una convocazione urgente al Mise per l’apertura di un tavolo di crisi per Bu Castelli, specialità Dop, di proprietà Lactalis.

Durante la prima riunione di Coordinamento nazionale Bu Castelli – informano i sindacati – il  management Lactalis, dopo un’analisi sommaria del business relativo al gruppo Castelli, concentrando l’informativa esclusivamente sulla società Alival, ha annunciato la chiusura di 2 stabilimenti da realizzarsi entro il primo trimestre 2023: lo stabilimento di Reggio Calabria e di Ponte Buggianese in provincia di Pistoia ed alcuni esuberi nello stabilimento di Santa Rita in provincia di Grosseto.

“Le segreterie nazionali – affermano Fai, Flai e Uila – hanno contrastato prontamente la decisione assunta da Lactalis, che arriva a distanza di oltre due anni dall’acquisizione della ex Nuova Castelli, invitando l’azienda a presentarci un piano industriale di rilancio dell’intero gruppo e a ritornare sui propri passi in nome di quella responsabilità sociale che ha contraddistinto la multinazionale francese nel nostro Paese. Un colosso del lattiero caseario come Lactalis non può pensare di mandare a casa oltre 150 persone senza che ci sia stato un confronto di merito finalizzato ad individuare ogni soluzione alternativa alla chiusura di due siti produttivi, che rappresentano un presidio economico e sociale fondamentale per i  territori coinvolti”.

“Coinvolgeremo a tutti i livelli le istituzioni perché sia evitata una bomba sociale che ha ricadute dirette sull’intera filiera di una parte importante del nostro Made in Italy”, concludono Fai, Flai e Uila.

Articoli correlati

Pernigotti. Incontro congiunto al Ministero del lavoro

  Si è svolto questa mattina, in video conferenza, l’esame congiunto, presso il ministero del Lavoro, sulla vertenza Pernigotti al quale hanno partecipato, alla presenza anche del Mise, i rappresentanti nazionali e territoriali di Fai,...

Pesca. Ennesimo incidente mortale conferma la pericolosità del settore. Urgente applicare al comparto norme di sicurezza previste da Testo Unico 81

"La pesca rimane una delle professioni più pericolose al mondo e l'incidente di lunedì scorso, dove un pescatore ha perso la vita nel rovesciamento della vongolara su cui era imbarcato, conferma questo triste primato...

Vertenza BuCastelli – Alival. Fai, Flai, Uila: sciopero riuscito, dai lavoratori un segnale forte

“Sciopero riuscito oggi nei vari siti del gruppo BuCastelli – Alival a fronte della annunciata chiusura degli stabilimenti di Ponte Buggianese, Reggio Calabria e degli esuberi a Santa Rita. Forte il segnale arrivato dai...

Nel Gran Ghetto di Foggia tragedia annunciata, necessario agire su alloggi e trasporti

“Ancora, l’ennesima una tragedia annunciata, ancora una morte che poteva essere evitata se fossero messe in atto misure di accoglienza adeguate e se i lavoratori stranieri fossero in condizione di ricevere paghe adeguate”. Così...

Accordo integrativo Bat. Fai, Flai e Uila: “Misure innovative per sostenere le famiglie e contrastare l’inflazione”

Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil commentano con soddisfazione il nuovo accordo integrativo, per il quadriennio 2022-2025, sottoscritto con Bat, British American Tobacco Italia “che prevede misure di contrasto all’inflazione, in sostegno alle famiglie che...