HomeComunicatiDL Rilancio. Bilongo, no a fiducia servono correttivi su regolarizzazione

DL Rilancio. Bilongo, no a fiducia servono correttivi su regolarizzazione

“E’ sconcertante la scelta di votare a scatola chiusa con la fiducia la conversione parlamentare del DL Rilancio che ricomprende lo schema di regolarizzazione delle lavoratrici e lavoratori della filiera agro-alimentare. L’architettura dell’emersione, che va comunque raccolta come intervento benefico e proficuo negli obiettivi prefissati, presenta elementi di criticità e richiede limature per renderla maggiormente incisiva per far uscire dal limbo dello sfruttamento e del caporalato decine di migliaia di invisibili sotto scacco”. Lo dichiara Jean-René Bilongo, Dipartimento Politiche Migratorie Flai Cgil.

“Abbiamo auspicato correttivi e migliorie all’impianto. Abbiamo anche elaborato proposte emendative per un corso maggiormente favorevole della regolarizzazione. La disomogeneità nel confronto politico non si risolve con fughe in avanti, nascondendo la testa sotto la sabbia o elidendo alla radice la dialettica democratica. Il miglioramento dello schema di regolarizzazione dei migranti deve essere rivolto ad ampliare la platea di lavoratori che possono così lavorare nella legalità e con dignità. Resta salda la nostra convinzione che l’emersione in generale, e per il comparto agro-pastorale e alimentare nello specifico, sia una misura salutare che consente a tanti invisibili di affrancarsi dalla condizione di lavoratori esclusi dai diritti, sfruttati e sotto caporale”.

Articoli correlati

Flai Cgil all’assemblea nazionale dei Campi della legalità di Libera

All’Assemblea nazionale dei campi di impegno e formazione sui beni confiscati alla criminalità organizzata ‘E!State Liberi!’, all’Auditorium San Domenico di Roma, Jean-René Bilongo, capo dipartimento legalità Flai Nazionale e presidente dell’Osservatorio Placido Rizzotto, interviene...

Agricoltura. Fiatti: bene PAC Italia, insieme a condizionalità sociale deve creare buona occupazione

“Una buona notizia per il settore agricolo il via libera della Commissione europea al Piano Strategico Nazionale dell'Italia sulla Politica agricola comune (Pac), con un sostegno di oltre 35 miliardi di euro, tra contributi...

MEMORIA 2 Dicembre 1968. I fatti di Avola: la polizia spara sui braccianti

Sono all’undicesimo giorno di sciopero i braccianti siracusani e l’intervento armato della polizia altro non è che il tentativo delle forze agrarie di spezzare il movimento rivendicativo, di dare una lezione a tutti i...

6 e 7 dicembre a Roma seminario finale del progetto Di.Agr.A.M.M.I. di Legalità al centro-nord

In 30 mesi di attività di contrasto al caporalato e allo sfruttamento dei lavoratori migranti in agricoltura, ha aiutato oltre 20mila persone Si terrà il 6 e 7 dicembre 2022 nel Centro Congressi Roma Eventi...

Flai Cgil, altri nove bancali di cibo al Vaticano, solidarietà concreta per chi non arriva a fine mese

L’aumento sempre più marcato delle diseguaglianze, evidenziato da tutti i centri di ricerca, rende indispensabili interventi di solidarietà concreta. Contro vecchie e nuove povertà servono risposte decise, va in questa direzione la consegna da...