Diritti e tutele, la Flai Cgil incontra i pescatori a Torre Guaceto

Diritti e tutele nel settore della pesca. Sabato 25 marzo, alle ore 10, presso il Centro recupero delle tartarughe marine di Torre Guaceto, in contrada Scianolecchia la Flai Cgil incontra i pescatori della provincia di Brindisi per parlare di: malattie professionali, problematiche del settore e Cisoa (la cassa integrazione per i pescatori). Ad introdurre i lavori sarà Gabriele Guarino (Segretario Flai Cgil Brindisi con delega alla pesca). Interverranno Alessandro Ciccolella (Direttore dell’Area marina protetta di Torre Guaceto), Francesco Mitrotta (Esperto in sicurezza del lavoro), Maria V. Ciraci (direttore Patronato Inca Brindisi), Gabrio Toraldo (Segretario generale Flai Cgil Brindisi), Antonio Macchia (Segretario Generale Cgil Brindisi), Antonio Gagliardi (Segretario generale della Flai Cgil Puglia). Seguiranno le testimonianze di alcuni pescatori di Brindisi. Le conclusioni saranno affidate ad Antonio Pucillo (Capo dipartimento pesca della Flai Cgil Nazionale). “Anche quest’anno – affermano Gabriele Guarino e Gabrio Toraldo – la Flai Cgil prosegue la campagna nazionale sulla tutela e i diritti nel settore della pesca. Vogliamo incontrare i pescatori, ascoltare i loro problemi, spiegare le nostre proposte. L’obiettivo è quello di informare e sensibilizzare i pescatori sul diritto alla salute, sulla sicurezza in mare e sulla Cisoa pesca, la Cassa integrazione per i lavoratori di questo settore, per cui la Flai ha chiesto al ministro del Lavoro Marina Elvira Calderone di convocare con urgenza un tavolo per proseguire il confronto su questo ammortizzatore strutturato – esteso ai pescatori con la Legge di bilancio 234/2021 – di cui occorre definire al più presto i decreti attuativi per renderlo uno strumento efficace a sostegno dei pescatori. E’ quanto mai opportuno proseguire questo confronto per consentire ai lavoratori di questo settore – sempre più provato dalle normative comunitarie che stanno mettendo a rischio la sostenibilità economica e sociale degli operatori del comparto – di accedere ad un ammortizzatore stabile e compatibile”. Al termine della giornata ai pescatori presenti saranno consegnati dei dispositivi di protezione individuale (Dpi) a sottolineare l’importanza del tema della sicurezza in mare. 

Articoli correlati

Alessandra Stefani nuovo presidente del Cluster Nazionale Italia Foresta Legno

Una nomina fortemente voluta ed apprezzata da tutti i soci vista l'esperienza e la capacità di dialogo che Alessandra Stefani ha saputo dimostrare nel...

Lavoro e rischio calore, diritti e cassa integrazione

L’esposizione al calore può comportare malori anche gravi e aumento del rischio infortunistico. Nel periodo estivo dove si registrano temperature eccezionalmente elevate i rischi...

Cgil e Osservatorio Placido Rizzotto alla Cia Savona: «Negare il caporalato è grave, serve una battaglia comune»

«L’intervento della Cia di Savona riportato oggi dai media locali, secondo cui ad Albenga il caporalato non esisterebbe, non ci sorprende, ma ci preoccupa...