Da mesi senza salario i lavoratori salgono sul tetto del Consorzio di Trebisacce

La Flai Cgil al fianco dei lavoratori dei Consorzi di bonifica, il settore è al collasso e servono risposte concrete

I lavoratori del Consorzio di bonifica di Trebisacce, in provincia di Cosenza, sono saliti per protesta sul tetto della sede della struttura consortile. Già mercoledì scorso al termine di un’assemblea avevano proclamato lo stato di agitazione.

Sono senza salario da quattro mensilità e per alcuni di loro è scattata la cassa integrazione. La Flai Cgil è al loro fianco, con i lavoratori, sul tetto, c’è Federica Pietramala, Segretaria Generale FLAI CGIL Pollino Sibaritide Tirreno.

“La protesta continuerà ad oltranza – spiega la Flai Cgil – fino a quando non verrà garantito ai lavoratori il diritto sacrosanto al salario. L’amministrazione dell’Ente deve mettere in campo adeguate azioni per garantire la dignità ai propri dipendenti, se non ci riesce si dimetta”.

Ma quello di Trebisacce è solo uno dei tanti casi in Calabria, dove la situazione nei Consorzi di bonifica è al collasso. Moltissimi lavoratori sono senza stipendio da un anno.

La battaglia andrà avanti fino a quando non si otterranno risposte concrete. Ai lavoratori e alle lavoratrici va il sostegno di tutta la Flai Cgil.

Articoli correlati

La questione migratoria, il Pci e le sinistre nell’Italia del Novecento

Bilongo: “L’assenza odierna di una spinta progressista è sostituita da ideologie reazionarie che producono ostracismo e respingimenti” Nella storia delle Storie del mondo i migranti...

Fai, Flai e Uila Pesca incontrano il ministro Lollobrigida

Fai, Flai e Uila Pesca, insieme alle associazioni di categoria, hanno incontrato oggi presso il Masaf, il ministro Francesco Lollobrigida. Al centro dell’incontro le...

Ccnl industria alimentare, nuovo confronto a fine febbraio

Si è svolta a Roma la riunione plenaria, durata tre giorni, per il rinnovo del Ccnl dell’industria alimentare, scaduto a novembre 2023, che riguarda oltre 400mila...