HomeComunicatiConvegno 5 giugno

Convegno 5 giugno

“Il 5 giugno nella sede del “Parlamentino” di Villa Ruffo, il Comitato Tecnico Paritetico (CTP) di Fondimpresa per il settore Agroalimentare (composto dai rappresentanti di Fai CISL, Flai CGIL, Uila UIL e Fedralimentare) presenterà i risultati dei 20 piani formativi realizzati tra gennaio 2017 e maggio 2018 e finanziati con l’Avviso “Competitività” di Fondimpresa.
Le attività formative hanno coinvolto 1.035 aziende, l’82% piccole e micro, in 18 Regioni, 5.408 lavoratori formati con 37.621 ore di formazione erogata ed una spesa complessiva di 8 milioni di €, finanziata per il 70% da Fondimpresa e per il restante con risorse delle aziende stesse.
Il settore dell’Industria alimentare, forte di 58.000 imprese attive e di 385.000 lavoratori occupati, sta attraversando una congiuntura particolarmente favorevole con un fatturato, a fine 2017, di 137 miliardi di € pari a +3,8% sul 2016 e con un export che ha toccato i 32,1 miliardi di € (+6% sul 2016), risultati che ne fanno il secondo settore manifatturiero italiano.
In questo momento nelle aziende alimentari stanno entrando le tecnologie Industria 4.0 e la formazione è chiamata a sostenere queste innovazioni, consentendo ai lavoratori di padroneggiare i nuovi processi produttivi.
Nella fase finale dell’attività il CTP ha promosso un’indagine qualitativa per verificare l’impatto della formazione sulle performance aziendali. L’indagine ha riguardato 293 imprese, il 28%, di varie tipologie e dimensioni e 1.730 lavoratori, il 32%, con un dato emergente che, nelle aziende dove il processo di digitalizzazione è stato più tempestivo e diffuso rispetto ad altre, l’incremento di quote di mercato, di fatturato e, conseguentemente, di occupazione è stato, mediamente, pari al +23% ed il miglioramento del clima aziendale registra un +15% medio.
Dati significativi che sfatano le preoccupazioni sulle nuove tecnologie “nemiche” del lavoro umano e che dimostrano che l’innovazione e la buona formazione realizzano crescita e sviluppo competitivo.
La seconda parte dell’indagine ha approfondito i temi della certificazione degli apprendimenti e delle competenze acquisite. Le ore di formazione certificate sono state 9.935, pari al 26,4% del totale delle ore erogate e 1.514, il 28%, sono stati i lavoratori formati che hanno ricevuto un attestato dopo aver superato una prova teorica e prestazionale a cura di un soggetto abilitato (regione competente, dipartimento universitario o istituto superiore specialistico).
Su questi temi, quindi, si svolgerà il Convegno del prossimo 5 giugno e saranno chiamati a valutare e discutere di questi risultati il Consigliere Incaricato Delegato per l’Industria 4.0, Innovazione e Sostenibilità di Federalimentare AURELIO CERESOLI, l’AD e Presidente di Torino NordOvest ANNALISA MAGONE ed il Responsabile per la Formazione Professionale dell’ANPAL ANDREA SIMONCINI. Concluderà i lavori il Presidente di Fondimpresa BRUNO SCUOTTO”.

 

programma evento 5 giugno 2018

Articoli correlati

Donne: Filcams Flai Flc Fp, una panchina rossa contro la violenza, un’assunzione di responsabilità

Nella giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, Filcams, Flai, Flc e Fp Cgil insieme al Municipio XII di Roma hanno pitturato di rosso una panchina della città, in Largo Bernardino da...

Flai Cgil, altre sei tonnellate di generi alimentari al Vaticano per donare a chi ha bisogno

Un aiuto vero perché ‘solidarietà’ non sia solo una parola. La Flai Cgil ha consegnato alla Pontificia Elemosineria Apostolica altri nove bancali di generi alimentari (legumi, pasta, passate di pomodoro), per un totale di...

Alla Sapienza di Roma sindacalisti della Flai e studenti dell’Udu per dare una lezione a mafia e caporalato

Al suono della campanella, studenti e studentesse lasciano le aule della Sapienza di Roma e trovano dei volantini particolari. Sono quelli che loro coetanei dell’Unione degli universitari (Udu) e sindacalisti della Flai Cgil distribuiscono...

Flai Cgil al forum agroecologia di Legambiente per una transizione ambientale, energetica nel rispetto dei diritti sociali e del lavoro

Agroenergie, filiere made in Italy sostenibili e biologico al centro per una transizione ambientale, energetica e sociale del modello agricolo. Spinta su agrivoltaico e rinnovabili, riduzione del 62% dell’uso della chimica di sintesi, Piano...

Agricoltura. Sindacato europeo approva sanzioni per violazioni condizionalità sociale Pac

Il comitato esecutivo dell’Effat, il sindacato europeo del settore agricolo, riunito oggi a Bruxelles, ha ratificato la decisione assunta la scorsa settimana a Berlino da 26 sindacati di 19 paesi europei, approvando in via...