Contratti. Rinnovato Fiori recisi, soddisfazione della Flai Cgil

“Il 22 giugno è stato firmato unitariamente con Fisascat Cisl e Uiltucs Uil, il rinnovo del Ccnl dei fiori recisi, scaduto il 31.12.2015”. Ne dà notizia in una nota la Flai Cgil.

“Il Rinnovo – spiega Davide Fiatti della Flai Cgil nazionale – è per il triennio 2016-2018. Siamo molto soddisfatti per essere riusciti a salvaguardare il potere di acquisto dei lavoratori e ad ottenere alcuni miglioramenti normativi come l’obbligo del datore di lavoro ad avere un preventivo confronto con io sindacati in caso di riorganizzazione aziendale, anche per gli eventuali demansionamenti; l’aumento da 150 a 180 giorni del periodo di aspettativa per i lavoratori affetti da patologie oncologiche; l’aspettativa non retribuita dura fino al termine del periodo indennizzato dall’INAIL in caso di infortunio sul lavoro”.
“Per la parte economica – conclude Fiatti – abbiamo ottenuto un aumento di € 75,00 al terzo livello, erogato in tre tranches (1.1.2016, 1.1.2017 e 1.1.2018) per un montante pari a € 2100,00. Tale aumento è pari a +5,00%”.

Articoli correlati

Agricoltura, alla vigilia del voto europeo si ‘semplifica’ la Pac con i datoriali senza consultare i sindacati

Coinu, Flai Cgil: “Gravissime le responsabilità del Commissario Wojciechowski rispetto al tentativo di affossamento del Green Deal” In queste ore Janusz Wojciechowski, Commissario Europeo all’Agricoltura,...

“Radici del passato, sguardi al futuro”, lunedì 8 aprile a Roma l’iniziativa per i vent’anni di Metes

Dal significato odierno della formazione sindacale a quello dell’insegnamento dell’italiano ai lavoratori migranti. Dal valore della ricerca per uno sviluppo sostenibile a quello dello...

Caporalato nelle vigne delle Langhe, Flai Cgil: “Da nord a sud, vitivinicolo sempre più spesso protagonista di cronache di sfruttamento. Situazione intollerabile, intervenire subito”

Guaraldi: “Inaccettabile che prodotti fiore all’occhiello delle produzioni agroalimentari del nostro paese siano macchiati del sangue dei lavoratori e delle lavoratrici” “Il caporalato e lo...