“Il consiglio europeo dei ministri dell’agricoltura è stato un momento importante anche in vista della scelta del nuovo commissario all’agricoltura che dovrà affrontare una serie di questioni complesse tra cui quella che riguarda il mantenimento in Europa della filiera bieticolo-saccarifera. A questo proposito, tra le indicazioni emerse dal gruppo di esperti, ci sembra particolarmente importante l’aver sottolineato la strategicità del settore e l’invito per i vari stati membri a mettere in pratica anche a livello nazionale azioni a sostegno della filiera”.

Lo dichiarano Fai, Flai e Uila in merito al Consiglio europeo dei ministri dell’agricoltura e della pesca che si è svolto ieri a Bruxelles e che ha affrontato tra gli altri temi anche quello dello zucchero.

“Noi siamo convinti che sia necessario portare avanti azioni a supporto del settore sia in Italia che in Europa e, così come abbiamo affermato in più occasioni e come il Governo italiano ha ribadito durante il Consiglio Europeo, sosteniamo la necessità di modificare l’articolo 222 dell’Ocm unica, dando la possibilità ai paesi membri di intervenire a sostegno della filiera anche direttamente, senza dover incorrere in procedure di infrazione”.

“Per quanto riguarda l’accordo commerciale Mercosur, auspichiamo invece che il confronto con le imprese straniere si svolga in un regime di piena parità sia rispetto all’impatto ambientale sia per quanto riguarda i diritti dei lavoratori”.