“Grazie al grande contributo della lotta dei lavoratori della Colussi, e alla azione sindacale unitaria, l’azienda ha mostrato aperture sulla diminuzione degli esuberi finora dichiarati ed ha confermato che nel sito di Petrignano farà investimenti significativi nei prossimi due anni”. Lo dichiara Marco Bermani, Segretario nazionale Flai Cgil.
“Ritorniamo al tavolo del confronto il 25/10/17 in un clima costruttivo, siamo fiduciosi, chiederemo anche investimenti sulla formazione dei lavoratori per arricchire la loro professionalità. Chiederemo di rivedere le scelte passate del Gruppo che ha dato lavoro a terzi, ricercando le condizioni affinché questi lavori rientrino alla Colussi. Questo percorso ha l’obbiettivo di riportare al centro i lavoratori della Colussi e mostrando che le scorciatoie dei licenziamenti non servono al rilancio di una azienda. La Flai, unitariamente, non vuole dare alibi al Gruppo Colussi di guardare al futuro senza ascoltare i lavoratori che vogliono essere protagonisti del loro destino. In un Gruppo che in Umbria rappresenta una una ricchezza per il territorio e un marchio storico”.