HomeComunicatiCarapelli, accordo al Mise. Inveruno non chiuderà

Carapelli, accordo al Mise. Inveruno non chiuderà

Scongiurata l’ipotesi di chiusura dello stabilimento Carapelli di Inveruno.

Fai, Flai e Uila hanno sottoscritto ieri, presso il Ministero dello Sviluppo Economico, l’accordo relativo alla procedura ex art. 47 L. 428/90, grazie al quale sarà garantita la continuità produttiva del sito, attraverso l’affitto per un periodo di 4 anni, con la possibilità di acquistare definitivamente il ramo d’azienda, alla società The Organic Refining S.r.l, (Tor), società costituita ad hoc dalla The Organic Factory (Tof), specializzata nella produzione di olio di semi biologico.

Tale accordo, che coinvolgerà inizialmente 36 lavoratori, rappresenta il punto di arrivo di un percorso che ha permesso l’utilizzazione della cassa in deroga scongiurando così, l’eventualità che un pezzo importante della produzione agroalimentare italiana andasse totalmente perduto. Va inoltre sottolineato che un ulteriore aspetto di grande rilievo dell’accordo concluso è rappresentato dalla possibilità per i lavoratori Carapelli, al momento esclusi dalla cessione del ramo di azienda, di essere assunti in futuro, in caso di espansione del perimetro occupazionale, dalla The Organic Refining.

A fronte della iniziale presa di posizione del Gruppo Deoleo Carapelli di voler chiudere definitivamente il sito produttivo dell’Alto Milanese, l’accordo raggiunto da Fai, Flai e Uila, rappresenta un importante risultato per la salvaguardia occupazionale e la tutela di un importante settore del Made in Italy.

Fai, Flai e Uila continueranno ad adoperarsi affinché con la nuova società, il sito di Inveruno cresca e si rafforzi.

 

Articoli correlati

Pernigotti, nuovo incontro al Mise. Fai, Flai e Uila: disponibili ad esaminare un nuovo piano industriale con tempistiche e risorse certe

Si è svolta questa mattina, in video conferenza, una nuova riunione convocata presso il ministero dello sviluppo economico, sulla vertenza Pernigotti alla quale hanno partecipato oltre ai rappresentanti nazionali e territoriali di Fai, Flai...

Pernigotti. Incontro congiunto al Ministero del lavoro

  Si è svolto questa mattina, in video conferenza, l’esame congiunto, presso il ministero del Lavoro, sulla vertenza Pernigotti al quale hanno partecipato, alla presenza anche del Mise, i rappresentanti nazionali e territoriali di Fai,...

Pesca. Ennesimo incidente mortale conferma la pericolosità del settore. Urgente applicare al comparto norme di sicurezza previste da Testo Unico 81

"La pesca rimane una delle professioni più pericolose al mondo e l'incidente di lunedì scorso, dove un pescatore ha perso la vita nel rovesciamento della vongolara su cui era imbarcato, conferma questo triste primato...

Vertenza BuCastelli – Alival. Fai, Flai, Uila: sciopero riuscito, dai lavoratori un segnale forte

“Sciopero riuscito oggi nei vari siti del gruppo BuCastelli – Alival a fronte della annunciata chiusura degli stabilimenti di Ponte Buggianese, Reggio Calabria e degli esuberi a Santa Rita. Forte il segnale arrivato dai...

Nel Gran Ghetto di Foggia tragedia annunciata, necessario agire su alloggi e trasporti

“Ancora, l’ennesima una tragedia annunciata, ancora una morte che poteva essere evitata se fossero messe in atto misure di accoglienza adeguate e se i lavoratori stranieri fossero in condizione di ricevere paghe adeguate”. Così...