HomeComunicatiCaporalato. Galli a Poletti, né cinema né perdita di tempo ma subito...

Caporalato. Galli a Poletti, né cinema né perdita di tempo ma subito approvazione Ddl

Il 25 giugno Stop Caporalato manifestazione Flai, Fai e Uila a Bari

“Sicuramente su una cosa siamo d’accordo con il ministro Poletti e cioè che per sconfiggere una piaga grave come quella del caporalato non serve il cinema, non servono annunci, ma noi diciamo che servono subito norme e leggi”. Lo dichiara Ivana Galli, Segretaria Generale Flai Cgil.
“Abbiamo siglato il Protocollo anche con il Ministero del lavoro lo scorso 27 maggio, ora è arrivato il momento di una legge contro il caporalato. È passato quasi un anno dalla morte della signora Paola Clemente, che sembro’ scuotere le coscienze di tanti, compresa quella di tanti politici e rappresentanti delle istituzioni, ad agosto sembrava che fosse urgente sconfiggere caporalato, sfruttamento, lavoro nero. Da quella urgenza siamo arrivati ad oggi. Ha ragione il ministro, il caporalato e’ un fenomeno grave e antico, ed il sindacato che rappresento ne denuncia da anni la gravità e la natura strutturale. Un fenomeno antico che si presenta negli ultimi dieci anni con una rinnovata virulenza, che lo rende anello di una filiera di illegalità lunga e complessa che da tempo e’ sotto gli occhi di tutti, ma della quale molti sembrano accorgersi solo oggi. Ma oggi abbiamo tutti gli elementi per far sì – se c’è la volontà da parte di tutti- di non far passare altri 100 anni per sconfiggere questa forma di sfruttamento nei confronti di tanti lavoratori agricoli e che è indegna di un paese civile e moderno. La Flai Cgil, con Fai e Uila, sarà il 25 giugno a Bari per una manifestazione nazionale con la quale vogliamo chiedere l’approvazione del Ddl subito, per affrontare l’estate e le nuove stagioni di raccolta con nuovi ed efficaci strumenti”.

 

Articoli correlati

Pernigotti. Incontro congiunto al Ministero del lavoro

  Si è svolto questa mattina, in video conferenza, l’esame congiunto, presso il ministero del Lavoro, sulla vertenza Pernigotti al quale hanno partecipato, alla presenza anche del Mise, i rappresentanti nazionali e territoriali di Fai,...

Pesca. Ennesimo incidente mortale conferma la pericolosità del settore. Urgente applicare al comparto norme di sicurezza previste da Testo Unico 81

"La pesca rimane una delle professioni più pericolose al mondo e l'incidente di lunedì scorso, dove un pescatore ha perso la vita nel rovesciamento della vongolara su cui era imbarcato, conferma questo triste primato...

Vertenza BuCastelli – Alival. Fai, Flai, Uila: sciopero riuscito, dai lavoratori un segnale forte

“Sciopero riuscito oggi nei vari siti del gruppo BuCastelli – Alival a fronte della annunciata chiusura degli stabilimenti di Ponte Buggianese, Reggio Calabria e degli esuberi a Santa Rita. Forte il segnale arrivato dai...

Nel Gran Ghetto di Foggia tragedia annunciata, necessario agire su alloggi e trasporti

“Ancora, l’ennesima una tragedia annunciata, ancora una morte che poteva essere evitata se fossero messe in atto misure di accoglienza adeguate e se i lavoratori stranieri fossero in condizione di ricevere paghe adeguate”. Così...

Accordo integrativo Bat. Fai, Flai e Uila: “Misure innovative per sostenere le famiglie e contrastare l’inflazione”

Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil commentano con soddisfazione il nuovo accordo integrativo, per il quadriennio 2022-2025, sottoscritto con Bat, British American Tobacco Italia “che prevede misure di contrasto all’inflazione, in sostegno alle famiglie che...