HomeComunicatiCaporalato. Dichiarazione di Giovanni Mininni

Caporalato. Dichiarazione di Giovanni Mininni

“Se il Ministro Martina vuole veramente far funzionare la Rete del lavoro agricolo di qualità come uno strumento che possa anche contrastare lavoro nero, sfruttamento e caporalato, deve scegliere la via della decretazione d’urgenza per le questioni contenute nell’articolo 30 del Collegato agricolo”. Lo dichiara Giovanni Mininni, segretario nazionale della FLAI Cgil, che oggi ha effettuato una visita nei ghetti del foggiano insieme ad una delegazione parlamentare del Movimento 5 stelle. “La cabina di regia deve inoltre dotarsi di “strumenti” che possano verificare se le imprese che aderiscono alla Rete applichino o meno i Contratti di lavoro, nazionali e provinciali, perché ciò scongiurerebbe la possibilità di adesione alla Rete di imprese che pagano i lavoratori solo pochi euro al giorno. Non è più possibile attendere”.
“La Rete potrebbe essere uno strumento molto efficace, sempre che non si allentino i controlli sulle imprese iscritte, ma non ha gli strumenti necessari per agire e rischia di iscrivere imprese che non possono essere certificate con un marchio etico”.
“Ci erano stati assicurati tempi brevi – prosegue Mininni – ma sembra che il governo si stia perdendo in valutazioni di cui non se ne comprende la ratio politica e che rischiano solamente di allontanare il momento in cui si possa affermare che si comincia seriamente a combattere il caporalato in agricoltura”.
“Infine” – conclude Mininni – “ancora oggi, nella visita che insieme ad alcuni deputati del Movimento 5 Stelle è stata effettuata nei “ghetti” del foggiano emerge con forza la necessità di prevedere una modalità di protezione per i lavoratori che denunciano i caporali e imprenditori conniventi che non è prevista dagli emendamenti presentati al Codice Antimafia, anche se essi rappresentano una buona risposta penale e repressiva al caporalato”.

Articoli correlati

Pernigotti, nuovo incontro al Mise. Fai, Flai e Uila: disponibili ad esaminare un nuovo piano industriale con tempistiche e risorse certe

Si è svolta questa mattina, in video conferenza, una nuova riunione convocata presso il ministero dello sviluppo economico, sulla vertenza Pernigotti alla quale hanno partecipato oltre ai rappresentanti nazionali e territoriali di Fai, Flai...

Pernigotti. Incontro congiunto al Ministero del lavoro

  Si è svolto questa mattina, in video conferenza, l’esame congiunto, presso il ministero del Lavoro, sulla vertenza Pernigotti al quale hanno partecipato, alla presenza anche del Mise, i rappresentanti nazionali e territoriali di Fai,...

Pesca. Ennesimo incidente mortale conferma la pericolosità del settore. Urgente applicare al comparto norme di sicurezza previste da Testo Unico 81

"La pesca rimane una delle professioni più pericolose al mondo e l'incidente di lunedì scorso, dove un pescatore ha perso la vita nel rovesciamento della vongolara su cui era imbarcato, conferma questo triste primato...

Vertenza BuCastelli – Alival. Fai, Flai, Uila: sciopero riuscito, dai lavoratori un segnale forte

“Sciopero riuscito oggi nei vari siti del gruppo BuCastelli – Alival a fronte della annunciata chiusura degli stabilimenti di Ponte Buggianese, Reggio Calabria e degli esuberi a Santa Rita. Forte il segnale arrivato dai...

Nel Gran Ghetto di Foggia tragedia annunciata, necessario agire su alloggi e trasporti

“Ancora, l’ennesima una tragedia annunciata, ancora una morte che poteva essere evitata se fossero messe in atto misure di accoglienza adeguate e se i lavoratori stranieri fossero in condizione di ricevere paghe adeguate”. Così...