Caporalato: audizione congiunta Fai-Flai-Uila alla Camera dei deputati

Fai, Flai e Uila sono state audite questo pomeriggio in una riunione congiunta delle Commissioni Lavoro e Giustizia della Camera dei deputati in relazione all’iter del disegno di legge n. 4008 su disposizioni in materia di contrasto ai fenomeni del lavoro nero e dello sfruttamento del lavoro in agricoltura e per il potenziamento della rete del lavoro agricola di qualità.

Le segreterie nazionali hanno sottolineato l’importanza di una rapida approvazione del disegno di legge che contiene norme decisive per combattere caporalato e sfruttamento del lavoro agricolo, l’articolazione territoriale della Rete attraverso le Cisoa ed altri strumenti che costituiscono, secondo le segreterie nazionali, la possibilità più concreta per sperimentare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro a livello locale e il trasporto dei lavoratori sui luoghi di lavoro.

L’auspicio pertanto è che le Commissioni lavorino con grande rapidità affinché la camera possa approvare in via definitiva il provvedimento entro il mese di ottobre.

Fai, Flai e Uila sottolineano infine che subito dopo l’approvazione della legge promuoveranno una intensa campagna di mobilitazione affinché le articolazioni territoriali della Rete, attraverso le Cisoa, possano dare “gambe” all’azione della cabina di regia.

Articoli correlati

La questione migratoria, il Pci e le sinistre nell’Italia del Novecento

Bilongo: “L’assenza odierna di una spinta progressista è sostituita da ideologie reazionarie che producono ostracismo e respingimenti” Nella storia delle Storie del mondo i migranti...

Fai, Flai e Uila Pesca incontrano il ministro Lollobrigida

Fai, Flai e Uila Pesca, insieme alle associazioni di categoria, hanno incontrato oggi presso il Masaf, il ministro Francesco Lollobrigida. Al centro dell’incontro le...

Ccnl industria alimentare, nuovo confronto a fine febbraio

Si è svolta a Roma la riunione plenaria, durata tre giorni, per il rinnovo del Ccnl dell’industria alimentare, scaduto a novembre 2023, che riguarda oltre 400mila...