HomeComunicatiCaporalato a Niscemi, Bilongo: “Pessimo inizio anno, intollerabile ricatto su chi non...

Caporalato a Niscemi, Bilongo: “Pessimo inizio anno, intollerabile ricatto su chi non ha nulla. Le leggi ci sono, devono essere applicate”

“Quando i lavoratori sono privi di tutti i diritti contrattuali e operano sotto ricatto, non è più lavoro. E’ un’altra cosa, che si accosta alla condizione di servitù. Se la cronaca del lavoro del 2022 si apre con i drammatici fatti di sfruttamento nei campi a Caltanissetta, questo è sintomatico della sfida che abbiamo ancora davanti”. Sono parole di Jean Renè Bilongo, Flai Cgil, che commenta la più recente operazione delle forze dell’ordine nel nisseno, che ha portato alla denuncia di due imprenditori agricoli per sfruttamento di venti braccianti. “La violenza del caporalato a Caltanissetta – prosegue Bilongo – che lo scorso anno provocò l’omicidio del pakistano Adnan Sidique, per la morte del quale la Flai si è costituita parte civile al processo, chiama in causa tutti, nessuno escluso. Ognuno faccia la propria parte, per risanare l’economia del settore primario. Il caso di ieri, con la Polizia in campo insieme agli ispettori dell’Inps, può e deve essere un esempio per le altre realtà istituzionali dei territori. Non c’è agricoltura senza lavoro regolare. Cancelliamo parole come lavoro nero, grigio, sfruttato, lavoretto, ecc”. E ancora: “Non si può avere una contrattazione di settore impegnativa, con istituti di tutela, cornici di welfare all’avanguardia e declaratorie allettanti – sottolinea Bilongo – se poi per una buona parte dei lavoratori tutto questo resta una chimera. Il contratto merita rispetto, caporali e sfruttatori devono essere neutralizzati. E va fatto vivere l’ecosistema di prevenzione dallo sfruttamento, attraverso la Rete del Lavoro Agricolo di Qualità e le sue Sezioni Territoriali”.

Articoli correlati

Pernigotti. Incontro congiunto al Ministero del lavoro

  Si è svolto questa mattina, in video conferenza, l’esame congiunto, presso il ministero del Lavoro, sulla vertenza Pernigotti al quale hanno partecipato, alla presenza anche del Mise, i rappresentanti nazionali e territoriali di Fai,...

Pesca. Ennesimo incidente mortale conferma la pericolosità del settore. Urgente applicare al comparto norme di sicurezza previste da Testo Unico 81

"La pesca rimane una delle professioni più pericolose al mondo e l'incidente di lunedì scorso, dove un pescatore ha perso la vita nel rovesciamento della vongolara su cui era imbarcato, conferma questo triste primato...

Vertenza BuCastelli – Alival. Fai, Flai, Uila: sciopero riuscito, dai lavoratori un segnale forte

“Sciopero riuscito oggi nei vari siti del gruppo BuCastelli – Alival a fronte della annunciata chiusura degli stabilimenti di Ponte Buggianese, Reggio Calabria e degli esuberi a Santa Rita. Forte il segnale arrivato dai...

Nel Gran Ghetto di Foggia tragedia annunciata, necessario agire su alloggi e trasporti

“Ancora, l’ennesima una tragedia annunciata, ancora una morte che poteva essere evitata se fossero messe in atto misure di accoglienza adeguate e se i lavoratori stranieri fossero in condizione di ricevere paghe adeguate”. Così...

Accordo integrativo Bat. Fai, Flai e Uila: “Misure innovative per sostenere le famiglie e contrastare l’inflazione”

Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil commentano con soddisfazione il nuovo accordo integrativo, per il quadriennio 2022-2025, sottoscritto con Bat, British American Tobacco Italia “che prevede misure di contrasto all’inflazione, in sostegno alle famiglie che...