HomeComunicatiBevservice. Coca Cola intervenga su licenziamento 24 lavoratori

Bevservice. Coca Cola intervenga su licenziamento 24 lavoratori

“Coca Cola non può fare come Ponzio Pilato e lavarsi le mani dal licenziamento di ventiquattro lavoratori da parte di Bevservice”. È quanto si legge in un comunicato unitario di Fai Cisl, Flai Cgil, Uila Uil. “Siamo solo all’ultimo atto di una vicenda che si protrae dal 2013, anno di nascita di Bevservice da una costola di Coca Cola”. Da allora, rimarcano i sindacati, “la forza lavoro dell’azienda si è ridotta da 300 a 94 persone. Oggi l’ennesimo colpo, con l’apertura di una procedura di licenziamento collettivo. E pensare che fu proprio l’A.D. di Coca Cola Hbc di allora, Sotiris Yannopoulos a promettere nel 2012 un radioso futuro a questi lavoratori. Lo ha fatto alla vigila della costituzione della new co. di cui Coca Cola ha mantenuto il 20% delle quote, rimanendo principale cliente. Una scelta che ha dato frutti notevoli sul fronte economico, con utili che hanno superato i 30 milioni di euro negli ultimi quattro anni. Allora ci chiediamo se non si stia compiendo l’ennesimo atto di macelleria sociale per esternalizzare lavoro e aumentare profitti a scapito dei diritti di centinaia di persone. E’ giunto il momento che Coca Cola si faccia sentire per far tornare Bevservice al tavolo della trattativa dopo lo strappo del 23 marzo. Di certo c’è che Fai, Flai e Uila proseguiranno le azioni di mobilitazione a sostegno di tanti lavoratori e tante famiglie che invocano dignità e meritano rispetto”.

Articoli correlati

Agricoltura. Fiatti: bene PAC Italia, insieme a condizionalità sociale deve creare buona occupazione

“Una buona notizia per il settore agricolo il via libera della Commissione europea al Piano Strategico Nazionale dell'Italia sulla Politica agricola comune (Pac), con un sostegno di oltre 35 miliardi di euro, tra contributi...

MEMORIA 2 Dicembre 1968. I fatti di Avola: la polizia spara sui braccianti

Sono all’undicesimo giorno di sciopero i braccianti siracusani e l’intervento armato della polizia altro non è che il tentativo delle forze agrarie di spezzare il movimento rivendicativo, di dare una lezione a tutti i...

6 e 7 dicembre a Roma seminario finale del progetto Di.Agr.A.M.M.I. di Legalità al centro-nord

In 30 mesi di attività di contrasto al caporalato e allo sfruttamento dei lavoratori migranti in agricoltura, ha aiutato oltre 20mila persone Si terrà il 6 e 7 dicembre 2022 nel Centro Congressi Roma Eventi...

Flai Cgil, altri nove bancali di cibo al Vaticano, solidarietà concreta per chi non arriva a fine mese

L’aumento sempre più marcato delle diseguaglianze, evidenziato da tutti i centri di ricerca, rende indispensabili interventi di solidarietà concreta. Contro vecchie e nuove povertà servono risposte decise, va in questa direzione la consegna da...

Agricoltura: BioAs e Osservatorio Placido Rizzotto insieme per contrastare concretamente il caporalato e ogni forma di sfruttamento

Per fermare il caporalato e lo sfruttamento in agricoltura le leggi sono importanti ma ci vogliono azioni concrete.  L’accordo siglato ieri tra l’Osservatorio Placido Rizzotto e BioAs (Associazione Nazionale Bio Agricoltura Sociale), va proprio in...