HomeComunicatiBeni confiscati. FLAI CGIL a Scafati, Galli: "Occasione per creare lavoro sano...

Beni confiscati. FLAI CGIL a Scafati, Galli: “Occasione per creare lavoro sano in un territorio difficile”.

Al via la piantumazione del frutteto nel ricordo di Nicola Nappo.

Una pianta di leccio, pianta antica e forte, è stata piantumata oggi all’interno del fondo agricolo “Nicola Nappo” di Scafati – bene confiscato al clan Galasso, gestito dall’Ats “Terra Viva” in collaborazione con Alpaa, Libera, Finetica e il circolo Arci Ferro 3.0 – dalla segretaria generale della Flai Cgil Nazionale, Ivana Galli, per dare l’avvio alle coltivazioni all’interno del frutteto che verrà realizzato in collaborazione con gli studenti dell’istituto Profagri di Salerno, guidato dal dirigente scolastisco Alessandro Turchi. Presenti all’iniziativa di oggi il referente regionale di Libera, Fabio Giuliani ed alcuni familiari di vittime della camorra tra cui Mario Nappo, papà di Nicola, vittima nel 2009 di uno scambio di persona a Poggiomarino e caduto sotto i colpi della criminalità organizzata e alla cui memoria è dedicato il fondo agricolo di Scafati.

“Con questo bene confiscato alla camorra – ha detto la segretaria generale della Flai Cgil, Ivana Galli – vogliamo creare occasioni di lavoro sano in un contesto difficile, dove non siamo stati certamente accolti con il sorriso, ma dove abbiamo comunque trovato persone di buona volontà disposte a collaborare. Mettere a produzione un terreno di 12 ettari rappresenta uno sforzo importante. In tutte le occasioni che possono promuovere lavoro, noi ci siamo. Non è solo un’operazione di immagine ma – ha concluso Galli – sono convinta che se riusciamo a creare occasioni di lavoro, anche pochi, otterremo un grande risultato”.

“La giornata di oggi – ha detto il segretario generale della Flai Cgil Campania, Giuseppe Carotenuto – rappresenta per tutti noi un inizio bellissimo ed una risposta a chi ci aveva deriso quando abbiamo presentato questo progetto. Noi però ci siamo riusciti, grazie alla tenacia di un gruppo di ragazzi e della cittadinanza di Scafati. È la risposta di legalità in un territorio sciolto per camorra”.

“Non c’è paese sano se non c’è libertà, non c’è libertà – ha affermato il segretario generale della Cgil Salerno, Arturo Sessa – se non c’è democrazia, non c’è democrazia se non c’è un tessuto sociale libero dai condizionamenti della criminalità organizzata. Siamo nel vivo di un territorio dove la delinquenza continua ad imperare. La politica a volte fa spallucce come nello scioglimento di Scafati”.

“Sono 800 le realtà che in Italia gestiscono i beni confiscati” ha ricordato Davide Pati della presidenza nazionale di Libera. “Sono – ha aggiunto – presidi di legalità democratica e giustizia sociale. L’esempio positivo che parte da Scafati – ha concluso – è un esempio per l’Europa nella lotte alle mafie e alla corruzione”.

Articoli correlati

Flai Cgil all’assemblea nazionale dei Campi della legalità di Libera

All’Assemblea nazionale dei campi di impegno e formazione sui beni confiscati alla criminalità organizzata ‘E!State Liberi!’, all’Auditorium San Domenico di Roma, Jean-René Bilongo, capo dipartimento legalità Flai Nazionale e presidente dell’Osservatorio Placido Rizzotto, interviene...

Agricoltura. Fiatti: bene PAC Italia, insieme a condizionalità sociale deve creare buona occupazione

“Una buona notizia per il settore agricolo il via libera della Commissione europea al Piano Strategico Nazionale dell'Italia sulla Politica agricola comune (Pac), con un sostegno di oltre 35 miliardi di euro, tra contributi...

MEMORIA 2 Dicembre 1968. I fatti di Avola: la polizia spara sui braccianti

Sono all’undicesimo giorno di sciopero i braccianti siracusani e l’intervento armato della polizia altro non è che il tentativo delle forze agrarie di spezzare il movimento rivendicativo, di dare una lezione a tutti i...

6 e 7 dicembre a Roma seminario finale del progetto Di.Agr.A.M.M.I. di Legalità al centro-nord

In 30 mesi di attività di contrasto al caporalato e allo sfruttamento dei lavoratori migranti in agricoltura, ha aiutato oltre 20mila persone Si terrà il 6 e 7 dicembre 2022 nel Centro Congressi Roma Eventi...

Flai Cgil, altri nove bancali di cibo al Vaticano, solidarietà concreta per chi non arriva a fine mese

L’aumento sempre più marcato delle diseguaglianze, evidenziato da tutti i centri di ricerca, rende indispensabili interventi di solidarietà concreta. Contro vecchie e nuove povertà servono risposte decise, va in questa direzione la consegna da...