Atto intimidatorio nella sede Flai Cgil di Santa Cecilia

“Ieri pomeriggio si è verificato un grave atto intimidatorio nei confronti della Flai Cgil alla sede di Santa Cecilia (Sa) da parte di Forza Nuova di Eboli.

Alcuni sconosciuti hanno affisso adesivi, con la sigla suddetta, sull’insegna della sede e sul muro, adesivi con scritte contro i migranti e razziste”. Ne danno notizia in una nota congiunta la Flai Cgil Nazionale e la Flai Cgil Campania.

“La Flai Cgil tutta e’ vicina ai compagni e alle compagne della Campania, sempre in prima fila nella difesa dei diritti di tutti i lavoratori, stranieri o italiani che siano. Difesa della dignità e della libertà delle persone sono i nostri principi, ma spesso si tratta di diritti che tanti migranti si vedono negati quando cercano un lavoro o un posto in cui stare. La Flai Cgil, come dimostra anche il presidio di questa mattina, non si fa intimorire e proseguirà nella sua azione. Certamente gesti come questo sono gravi e preoccupanti, nonché indice di un clima persecutorio, razzista e violento nei confronti di tante persone, che hanno la colpa di scappare da guerra, fame e violenza alla ricerca di un futuro. Chiediamo alle istituzioni e alla politica di fare di più, arginando derive pericolose”.

 

Articoli correlati

Agricoltura, alla vigilia del voto europeo si ‘semplifica’ la Pac con i datoriali senza consultare i sindacati

Coinu, Flai Cgil: “Gravissime le responsabilità del Commissario Wojciechowski rispetto al tentativo di affossamento del Green Deal” In queste ore Janusz Wojciechowski, Commissario Europeo all’Agricoltura,...

“Radici del passato, sguardi al futuro”, lunedì 8 aprile a Roma l’iniziativa per i vent’anni di Metes

Dal significato odierno della formazione sindacale a quello dell’insegnamento dell’italiano ai lavoratori migranti. Dal valore della ricerca per uno sviluppo sostenibile a quello dello...

Caporalato nelle vigne delle Langhe, Flai Cgil: “Da nord a sud, vitivinicolo sempre più spesso protagonista di cronache di sfruttamento. Situazione intollerabile, intervenire subito”

Guaraldi: “Inaccettabile che prodotti fiore all’occhiello delle produzioni agroalimentari del nostro paese siano macchiati del sangue dei lavoratori e delle lavoratrici” “Il caporalato e lo...