Associazione Italiana Allevatori, Fai Cisl, Flai Cgil, Uila Uil e Confederdia scrivono al governo per riconoscimento lavori usuranti 

Nell’ambito del recente rinnovo del Contratto collettivo nazionale FAI CISL, FLAI CGIL, UILA UIL e CONFEDERDIA congiuntamente con Associazione Italiana Allevatori, hanno sottoscritto l’avviso comune per il riconoscimento di attività usuranti nelle mansioni svolte dai dipendenti delle Associazioni Allevatori che operano in qualità di Tecnici di Gestione Aziendale. Si tratta di lavoratori che contribuiscono significativamente alla valorizzazione del patrimonio zootecnico nazionale e alla sicurezza alimentare, rilevando dati produttivi e riproduttivi per la filiera della carne e del latte con la loro qualificata e costante presenza nelle aziende zootecniche. 

A questi lavoratori, impegnati in lavori particolarmente gravosi e usuranti anche in ore notturne riteniamo debba essere riconosciuta la gravosità della loro prestazione lavorativa e quindi la possibilità di poter accedere ad una pensione anticipata così come previsto per altre categorie di lavoratori che hanno il riconoscimento di benefici previdenziali in considerazione delle mansioni svolte. 

Associazione Italiana Allevatori, FAI CISL, FLAI CGIL, UILA UIL e CONFEDERDIA si rivolgono direttamente al Ministro del Lavoro e a quello dell’Agricoltura e della sovranità alimentare, onorevoli Marina Calderone e Francesco Lollobrigida, affinché intervengano per colmare tale lacuna e riconoscere a questi lavoratori quanto spetta. 

Articoli correlati

Agricoltura, alla vigilia del voto europeo si ‘semplifica’ la Pac con i datoriali senza consultare i sindacati

Coinu, Flai Cgil: “Gravissime le responsabilità del Commissario Wojciechowski rispetto al tentativo di affossamento del Green Deal” In queste ore Janusz Wojciechowski, Commissario Europeo all’Agricoltura,...

“Radici del passato, sguardi al futuro”, lunedì 8 aprile a Roma l’iniziativa per i vent’anni di Metes

Dal significato odierno della formazione sindacale a quello dell’insegnamento dell’italiano ai lavoratori migranti. Dal valore della ricerca per uno sviluppo sostenibile a quello dello...

Caporalato nelle vigne delle Langhe, Flai Cgil: “Da nord a sud, vitivinicolo sempre più spesso protagonista di cronache di sfruttamento. Situazione intollerabile, intervenire subito”

Guaraldi: “Inaccettabile che prodotti fiore all’occhiello delle produzioni agroalimentari del nostro paese siano macchiati del sangue dei lavoratori e delle lavoratrici” “Il caporalato e lo...