HomeComunicatiAmbiente/Lavoro. Flai Cgil presenta "Il pescatore di plastica"

Ambiente/Lavoro. Flai Cgil presenta “Il pescatore di plastica”

Al via da venerdì le iniziative nelle marinerie

“Lo scorso anno, con il PROGETTO PESCA della FLAI CGIL, abbiamo realizzato la ricerca “Il nostro mare lo salvi chi può”, per affrontare il tema dell’inquinamento prodotto dalla plastica nei nostri mari, ne è uscito un quadro preoccupante e non solo per l’ambiente, ma per il futuro di questo settore: si stima che sulla superficie marina globale, siano presenti circa 5,25 trilioni di pezzi di plastica; e si calcola che nel Mar Mediterraneo siano presenti in superficie tra 1.000 e 3.000 tonnellate di accumulo di plastica. Oggi proseguiamo il lavoro di quella ricerca con “Il pescatore di plastica”, un nuovo lavoro che affronta il tema del rifiuto in mare e di come, una volta ‘pescato’, deve essere trattato e stivato sull’imbarcazione, fornendo informazioni utili alla salvaguardia della salute e della sicurezza dei lavoratori. La nuova campagna parte questo fine settimana in varie marinerie d’Italia”. Ne dà notizia la Flai Cgil in una nota.

“La plastica – spiega la Flai Cgil – sporca l’imbarcazione, danneggia l’attrezzatura, fa perdere del tempo durante l’attività di cernita del pescato, è pericolosa per la salute e la sicurezza dei lavoratori. Crediamo sia necessario mettere in campo delle soluzioni e partire con il recupero di quanto è già presente nei nostri fondali sarebbe un buon inizio. I pescatori posso svolgere questa attività, trasformando un problema in una risorsa e nello stesso tempo tutelerebbero la filiera e l’ambiente. Per fare questo è necessario avviare un percorso di formazione e informazione dei lavoratori sul giusto modo con cui vanno maneggiati e stoccati i rifiuti che vengono trovati in mare”.

“Da qui il proseguo del lavoro iniziato con la ricerca “Il nostro mare lo salvi chi può” che oggi si articola ne “Il pescatore di plastica” per avviare un percorso di recupero ambientale dei nostri mari ma soprattutto, un’opportunità di sviluppo occupazionale”.

Articoli correlati

Pernigotti. Incontro congiunto al Ministero del lavoro

  Si è svolto questa mattina, in video conferenza, l’esame congiunto, presso il ministero del Lavoro, sulla vertenza Pernigotti al quale hanno partecipato, alla presenza anche del Mise, i rappresentanti nazionali e territoriali di Fai,...

Pesca. Ennesimo incidente mortale conferma la pericolosità del settore. Urgente applicare al comparto norme di sicurezza previste da Testo Unico 81

"La pesca rimane una delle professioni più pericolose al mondo e l'incidente di lunedì scorso, dove un pescatore ha perso la vita nel rovesciamento della vongolara su cui era imbarcato, conferma questo triste primato...

Vertenza BuCastelli – Alival. Fai, Flai, Uila: sciopero riuscito, dai lavoratori un segnale forte

“Sciopero riuscito oggi nei vari siti del gruppo BuCastelli – Alival a fronte della annunciata chiusura degli stabilimenti di Ponte Buggianese, Reggio Calabria e degli esuberi a Santa Rita. Forte il segnale arrivato dai...

Nel Gran Ghetto di Foggia tragedia annunciata, necessario agire su alloggi e trasporti

“Ancora, l’ennesima una tragedia annunciata, ancora una morte che poteva essere evitata se fossero messe in atto misure di accoglienza adeguate e se i lavoratori stranieri fossero in condizione di ricevere paghe adeguate”. Così...

Accordo integrativo Bat. Fai, Flai e Uila: “Misure innovative per sostenere le famiglie e contrastare l’inflazione”

Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil commentano con soddisfazione il nuovo accordo integrativo, per il quadriennio 2022-2025, sottoscritto con Bat, British American Tobacco Italia “che prevede misure di contrasto all’inflazione, in sostegno alle famiglie che...