“Apprendiamo con grande soddisfazione dello stanziamento di 15 milioni per il sistema degli allevatori volto a superare il taglio di risorse dello stesso importo emerso in Conferenza Stato Regioni. La decisione di tagliare le risorse al sistema allevatori era sbagliata e non teneva conto del grave danno che avrebbe apportato per il Made in Italy e delle drammatiche ricadute occupazionali che avrebbe comportato ”.

Così Fai, Flai, Uila e Confederdia commentano l’impegno economico assicurato da parte del ministero dell’economia e del ministero delle politiche agricole a favore del sistema zootecnico italiano.

“Plaudiamo alla sensibilità e alla lungimiranza del ministro Martina che ha dimostrato grande attenzione per il settore ponendo rimedio ad una decisione estremamente dannosa e rispondendo così in modo deciso alle richieste dei dipendenti delle Ara e di Fai, Flai, Uila e Confederdia che avevano immediatamente chiesto l’avvio di un confronto.” “L’attenzione dimostrata dal ministero” concludono le organizzazioni sindacali “rappresenta un ulteriore riconoscimento della competenza e dell’impegno dei dipendenti del sistema allevatori nonché della centralità dei servizi offerti alla zootecnia italiana”.