Allevatori. Flai Cgil, sospendere licenziamenti Ara Sicilia

La Flai Cgil, in merito alla comunicazione di licenziamento collettivo di 65 dipendenti dell’ARAS (Associazione Regionale Allevatori Sicilia), nell’esprimere la propria contrarietà per quanto sta accedendo in Sicilia, chiede l’intervento di AIA per sospendere i licenziamenti e costruire un percorso condiviso per la gestione dell’emergenza.

La decisione unilaterale del commissario dell’ARAS è profondamente sbagliata nel merito e nel metodo.
Le difficoltà dell’Aras possono trovare soluzioni solo con il coinvolgimento delle Organizzazioni Sindacali dei Lavoratori per una profonda analisi dello stato dell’Associazione, avviando un percorso di riorganizzazione che non produca “macelleria sociale”, che oltretutto non risolverebbe i ben più complessi problemi che coinvolgono il sistema degli allevatori.

Infine, ci rivolgiamo alla Regione Siciliana, chiedendogli di rendersi disponibile per la costruzione di questo percorso e per individuare tutte quelle misure necessarie alla gestione ed al rilancio delle associazioni nella Regione; al MIPAAF chiediamo un’attenzione ed un intervento per il rilancio dell’intero settore su tutto il territorio nazionale.

Articoli correlati

La questione migratoria, il Pci e le sinistre nell’Italia del Novecento

Bilongo: “L’assenza odierna di una spinta progressista è sostituita da ideologie reazionarie che producono ostracismo e respingimenti” Nella storia delle Storie del mondo i migranti...

Fai, Flai e Uila Pesca incontrano il ministro Lollobrigida

Fai, Flai e Uila Pesca, insieme alle associazioni di categoria, hanno incontrato oggi presso il Masaf, il ministro Francesco Lollobrigida. Al centro dell’incontro le...

Ccnl industria alimentare, nuovo confronto a fine febbraio

Si è svolta a Roma la riunione plenaria, durata tre giorni, per il rinnovo del Ccnl dell’industria alimentare, scaduto a novembre 2023, che riguarda oltre 400mila...