HomeComunicatiAlimentare. Flai Cgil: Rinnovato contratto integrativo Gruppo Parmalat

Alimentare. Flai Cgil: Rinnovato contratto integrativo Gruppo Parmalat

“È stato firmato a Parma, nella giornata di oggi, dopo mesi di confronto e una non stop di tre giorni,  tra il Coordinamento nazionale Fai, Flai, Uila e la direzione aziendale, il rinnovo del contratto integrativo del Gruppo Parmalat, scaduto lo scorso 31 dicembre 2015 e che interessa più di 2000 lavoratori ed 11 stabilimenti in Italia”. Lo comunica in una nota la Flai Cgil.
“Quello appena sottoscritto è un accordo sul quale diamo complessivamente un giudizio positivo, che conferma l’importanza della contrattazione di secondo livello”. Lo dichiara Mauro Macchiesi, Segretario nazionale Flai Cgil. Il rinnovo ha rafforzato il sistema delle relazioni industriali attraverso la valorizzazione  del coordinamento congiunto  azienda – sindacato  delle commissioni tecniche paritetiche”.
“Sul versante della sicurezza e della comunità di sito sono stati istituiti la “giornata della sicurezza” da tenersi annualmente in ciascun sito produttivo e il coordinamento  degli  Rls delle diverse aziende che operano nello stesso stabilimento per confrontarsi sulle attività di prevenzione e sicurezza; per i dipendenti delle aziende appaltatrici si è stabilito l’eguale accesso al servizio mensa e all’infermeria. Inoltre, è stato istituito a carico dell’azienda  il servizio lavaggio abiti”.
“Significativi  miglioramenti – prosegue Macchiesi- anche in tema di conciliazione vita – lavoro: sono stati aumentati a 10 giorni i permessi per malattia per i genitori che hanno figli fino ai 12 anni di età,  a tre  giorni di permesso retribuito  in caso di gravi patologie del figlio e tre i giorni di permesso retribuito al padre in occasione della nascita del figlio. Inoltre, è stata costituita la “banca ore solidale” per gravi situazioni familiari e nel caso di gravi patologie di figli minori l’azienda contribuirà  con giorni aggiuntivi altre a quelli donati dai lavoratori. Infine, per l’anno 2016 si è proseguito il percorso di armonizzazione, avviato con lo scorso rinnovo, degli importi di premio per i siti con valori più bassi. L’aumento del valore nominale del premio per obiettivi, per gli anni 2017-2018-2019, e’ pari a euro 222 a regime per i premi più alti, mentre per gli altri di importo inferiore l’aumento è più consistente”.

 

Articoli correlati

Flai Cgil all’assemblea nazionale dei Campi della legalità di Libera

All’Assemblea nazionale dei campi di impegno e formazione sui beni confiscati alla criminalità organizzata ‘E!State Liberi!’, all’Auditorium San Domenico di Roma, Jean-René Bilongo, capo dipartimento legalità Flai Nazionale e presidente dell’Osservatorio Placido Rizzotto, interviene...

Agricoltura. Fiatti: bene PAC Italia, insieme a condizionalità sociale deve creare buona occupazione

“Una buona notizia per il settore agricolo il via libera della Commissione europea al Piano Strategico Nazionale dell'Italia sulla Politica agricola comune (Pac), con un sostegno di oltre 35 miliardi di euro, tra contributi...

MEMORIA 2 Dicembre 1968. I fatti di Avola: la polizia spara sui braccianti

Sono all’undicesimo giorno di sciopero i braccianti siracusani e l’intervento armato della polizia altro non è che il tentativo delle forze agrarie di spezzare il movimento rivendicativo, di dare una lezione a tutti i...

6 e 7 dicembre a Roma seminario finale del progetto Di.Agr.A.M.M.I. di Legalità al centro-nord

In 30 mesi di attività di contrasto al caporalato e allo sfruttamento dei lavoratori migranti in agricoltura, ha aiutato oltre 20mila persone Si terrà il 6 e 7 dicembre 2022 nel Centro Congressi Roma Eventi...

Flai Cgil, altri nove bancali di cibo al Vaticano, solidarietà concreta per chi non arriva a fine mese

L’aumento sempre più marcato delle diseguaglianze, evidenziato da tutti i centri di ricerca, rende indispensabili interventi di solidarietà concreta. Contro vecchie e nuove povertà servono risposte decise, va in questa direzione la consegna da...