Alimentare. Estensione copertura assicurativa prevista dal Fondo FASA per chi perde il lavoro. Galli, risultato importante

“L’accordo collettivo nazionale raggiunto da Federalimentare, Fai Cisl, Flai Cgil, Uila Uil, che prevede l’estensione della copertura sanitaria prevista dal Fondo di categoria FASA a tutti i lavoratori iscritti al Fondo sanitario integrativo, che vengano licenziati per motivi economici e/o involontariamente disoccupati, è un risultato importante e straordinario in termini di welfare contrattuale”. Lo dichiara Ivana Galli, Segretaria Generale Flai Cgil.

“I lavoratori, in NaSpi, potranno mantenere i vantaggi della copertura di tutte le spese sanitarie offerta dal FASA per sé, per il nucleo familiare e per i conviventi. È una risposta concreta per quanti si troveranno a vivere situazioni di crisi e che potranno, in questo modo, vedersi riconosciuto un sostegno ed una tutela reale. Questa misura si aggiunge alle numerose forme integrative già previste dal CCNL dell’industria alimentare”.

Articoli correlati

La questione migratoria, il Pci e le sinistre nell’Italia del Novecento

Bilongo: “L’assenza odierna di una spinta progressista è sostituita da ideologie reazionarie che producono ostracismo e respingimenti” Nella storia delle Storie del mondo i migranti...

Fai, Flai e Uila Pesca incontrano il ministro Lollobrigida

Fai, Flai e Uila Pesca, insieme alle associazioni di categoria, hanno incontrato oggi presso il Masaf, il ministro Francesco Lollobrigida. Al centro dell’incontro le...

Ccnl industria alimentare, nuovo confronto a fine febbraio

Si è svolta a Roma la riunione plenaria, durata tre giorni, per il rinnovo del Ccnl dell’industria alimentare, scaduto a novembre 2023, che riguarda oltre 400mila...