HomeComunicatiAl via il Progetto Di.Agr.A.M.M.I. di Legalità al centro-nord contro il caporalato

Al via il Progetto Di.Agr.A.M.M.I. di Legalità al centro-nord contro il caporalato

Il 3 febbraio 2021 il seminario di lancio

Una proposta di dignità e di qualità nell’ambito dello sfruttamento lavorativo in agricoltura

Il 3 febbraio, a partire dalle 10,  su piattaforma Teams, si terrà il seminario di lancio del progetto Di.Agr.A.M.M.I. di Legalità al centro-nord (Diritti in Agricoltura attraverso Approcci Multistakeholder e Multidisciplinari per l’Integrazione e il Lavoro giusto), organizzato da Nova Consorzio Nazionale e Flai Cgil. Il progetto, approvato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – Direzione Generale dell’Immigrazione e delle Politiche d’Integrazione all’interno dell’Avviso 1/2019, è finanziato dal Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione 2014-2020 – Obiettivo Specifico 2.Integrazione / Migrazione legale – Obiettivo nazionale ON 2 – Integrazione. Esso prevede la realizzazione di interventi di integrazione socio-lavorativa finalizzati alla prevenzione e al contrasto dello sfruttamento lavorativo e del caporalato in agricoltura e rappresenta una proposta di dignità e di qualità realizzata mediante il protagonismo dei soggetti istituzionali, delle parti sociali ed economiche e del Terzo settore.

L’ampia partnership svilupperà interventi in ben otto regioni del centro-Nord Italia: Marche, Umbria, Lazio, Toscana, Emilia-Romagna, Veneto, Lombardia e Piemonte, che spazieranno dalla ricerca sul fenomeno del caporalato e dello sfruttamento alla formazione di reti interistituzionali; dall’outreachalla presa in carico; dai Piani di azione Locali ai Piani di autonomia dei migranti; dall’inclusione socio-lavorativa al coinvolgimento delle imprese agricole di qualità; dagli interventi sull’abitare a quelli sul trasporto dei migranti sfruttati in agricoltura.

Di seguito il programma della conferenza di lancio:

Saluti

Stanislao Di Piazza, Sottosegretario di Stato del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (in attesa di conferma) 

Antonio D’Alessandro, Presidente Consorzio Nova

Giovanni Mininni, Segretario Generale FLAI CGIL

Partecipano alla discussione: Francesco Carchedi, Curatore del V Rapporto Agromafie e Caporalato – Osservatorio Placido Rizzotto FLAI CGIL; Giampietro Losapio, Direttore generale Consorzio Nova; Alessandra De Ioannon, coordinatrice Progetto Diagrammi FLAI CGIL; Giuseppe Gizzi, responsabile delle relazioni industriali Agci; Tatiana Esposito, Direttore Generale Immigrazione Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Introduce e conclude i lavori Vincenzo Castelli, coordinatore del progetto.

 L’evento sarà trasmesso in diretta streaming sulle pagine Facebook del Consorzio Nova e di Flai-Cgil Nazionale.

Articoli correlati

Pernigotti. Incontro congiunto al Ministero del lavoro

  Si è svolto questa mattina, in video conferenza, l’esame congiunto, presso il ministero del Lavoro, sulla vertenza Pernigotti al quale hanno partecipato, alla presenza anche del Mise, i rappresentanti nazionali e territoriali di Fai,...

Pesca. Ennesimo incidente mortale conferma la pericolosità del settore. Urgente applicare al comparto norme di sicurezza previste da Testo Unico 81

"La pesca rimane una delle professioni più pericolose al mondo e l'incidente di lunedì scorso, dove un pescatore ha perso la vita nel rovesciamento della vongolara su cui era imbarcato, conferma questo triste primato...

Vertenza BuCastelli – Alival. Fai, Flai, Uila: sciopero riuscito, dai lavoratori un segnale forte

“Sciopero riuscito oggi nei vari siti del gruppo BuCastelli – Alival a fronte della annunciata chiusura degli stabilimenti di Ponte Buggianese, Reggio Calabria e degli esuberi a Santa Rita. Forte il segnale arrivato dai...

Nel Gran Ghetto di Foggia tragedia annunciata, necessario agire su alloggi e trasporti

“Ancora, l’ennesima una tragedia annunciata, ancora una morte che poteva essere evitata se fossero messe in atto misure di accoglienza adeguate e se i lavoratori stranieri fossero in condizione di ricevere paghe adeguate”. Così...

Accordo integrativo Bat. Fai, Flai e Uila: “Misure innovative per sostenere le famiglie e contrastare l’inflazione”

Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil commentano con soddisfazione il nuovo accordo integrativo, per il quadriennio 2022-2025, sottoscritto con Bat, British American Tobacco Italia “che prevede misure di contrasto all’inflazione, in sostegno alle famiglie che...