HomeComunicatiAgricoltura. Sindacato europeo approva sanzioni per violazioni condizionalità sociale Pac

Agricoltura. Sindacato europeo approva sanzioni per violazioni condizionalità sociale Pac


Il comitato esecutivo dell’Effat, il sindacato europeo del settore agricolo, riunito oggi a Bruxelles, ha ratificato la decisione assunta la scorsa settimana a Berlino da 26 sindacati di 19 paesi europei, approvando in via definitiva, uno schema comune di sanzioni, applicabili in tutti i paesi UE, per la violazione delle norme sulla condizionalità sociale della PAC, introdotte dai regolamenti UE 2021/2115 e 2021/2116.
Ne danno notizia i responsabili delle politiche internazionali di Fai-Cisl Alberto Kulberg Taub, Flai-Cgil Andrea Coinu e Uila-Uil Fabrizio De Pascale.
“É un documento molto importante” – spiegano i sindacalisti – “perché rappresenta una base comune a tutti i sindacati dei diversi Paesi europei per negoziare i sistemi sanzionatori da applicare a livello nazionale in materia di condizionalità sociale della Pac. Sanzioni che, come prescrive l’art. 89 del Regolamento 2021/2116, devono essere “effettive, proporzionate e dissuasive” e si applicano “mediante riduzione o esclusione dell’importo totale” dei pagamenti concessi all’azienda beneficiaria”.
A titolo di esempio, nello schema adottato dall’Effat, le sanzioni previste per la violazione della Direttiva 2019/1152 (condizioni di lavoro trasparenti e prevedibili nell’Unione europea) variano tra il 5% e il 40%, per ogni singola infrazione, in termini di riduzione del premio spettante alle aziende che beneficiano degli aiuti diretti della Pac. “Ci sembra evidente” –  spiegano ancora Fai-Flai-Uila – “che la violazione dei diritti e delle norme sulla sicurezza del lavoro sia più grave e vada sanzionata in misura maggiore rispetto ai criteri già definiti dai Regolamenti europei per la condizionalità ambientale e il benessere animale”.
“Ci auguriamo di poter affrontare al più presto questo tema con il governo che, come prescrive l’art. 14 del Regolamento 2021/2115, deve consultare le parti sociali in vista della definizione di questo sistema sanzionatorio che l’Italia si è impegnata ad attuare a partire dal prossimo 1 gennaio 2023” concludono Fai-Flai-Uila.

Articoli correlati

Flai Cgil, altri nove bancali di cibo al Vaticano, solidarietà concreta per chi non arriva a fine mese

L’aumento sempre più marcato delle diseguaglianze, evidenziato da tutti i centri di ricerca, rende indispensabili interventi di solidarietà concreta. Contro vecchie e nuove povertà servono risposte decise, va in questa direzione la consegna da...

Agricoltura: BioAss e Osservatorio Placido Rizzotto insieme per contrastare concretamente il caporalato e ogni forma di sfruttamento

Per fermare il caporalato e lo sfruttamento in agricoltura le leggi sono importanti ma ci vogliono azioni concrete.  L’accordo siglato ieri tra l’Osservatorio Placido Rizzotto e BioAss (L’Associazione Nazionale Bio Agricoltura Sociale), va proprio in...

Pesca. Fai, Flai, Uila Pesca: soddisfazione per rinnovo Ccnl personale non imbarcato cooperative

E’ stato sottoscritto oggi il rinnovo del CCNL per il personale non imbarcato dipendente da cooperative esercenti attività di pesca marittima, attività di maricoltura, acquacoltura e vallicoltura, scaduto il 31122021, tra Fai Cisl, Flai Cgil...

Donne: Filcams Flai Flc Fp, una panchina rossa contro la violenza, un’assunzione di responsabilità

Nella giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, Filcams, Flai, Flc e Fp Cgil insieme al Municipio XII di Roma hanno pitturato di rosso una panchina della città, in Largo Bernardino da...

Flai Cgil, altre sei tonnellate di generi alimentari al Vaticano per donare a chi ha bisogno

Un aiuto vero perché ‘solidarietà’ non sia solo una parola. La Flai Cgil ha consegnato alla Pontificia Elemosineria Apostolica altri nove bancali di generi alimentari (legumi, pasta, passate di pomodoro), per un totale di...