Era necessario intervenire, lo abbiamo chiesto da tempo e in tutte le sedi

“La Flai Cgil esprime soddisfazione per il contenuto della circolare dell’INPS del 23 aprile, che conferma, come abbiamo chiesto da tempo, il riconoscimento delle prestazioni a sostegno del reddito e dell’inquadramento contributivo agricolo ad un operaio in base alla mansione che svolge e non se il suo datore di lavoro sia o meno inquadrato quale imprenditore agricolo”. Così in una nota la Flai Cgil commenta la Circolare n. 56 dell’INPS che contiene precisazioni sull’inquadramento contributivo delle imprese non agricole che assumono operai agricoli.

“Questa circolare è il risultato di un intenso lavoro che tutta la Flai Cgil ha svolto, operando in questi mesi in tutte le sedi opportune per eliminare un’ingiustizia che colpiva dei lavoratori anche con richieste, da parte dell’Inps, di restituzioni di ingenti somme. Era necessario intervenire per sanare questo vulnus e il risultato ottenuto ci conforta”.