Una domenica di pace, la Flai Cgil alla staffetta dell’umanità

Domenica 7 maggio la la Flai Cgil ha partecipato alla #staffettadellumanità, una camminata per la pace da un capo all’altro della penisola, che ha unito tutte le regioni italiane, in contemporanea. Da Aosta a Lampedusa per riaccendere la speranza, per dare una possibilità alla pace, come canta John Lennon. Una staffetta che ha scelto per testimone l’arcobaleno, tutti i colori che la guerra cancella in un buco nero fatto di morti, sofferenze e devastazioni. Sappiamo bene che la Russia ha invaso in modo assurdo l’Ucraina, ma sappiamo anche che ogni morto è un gesto contro natura, perché la guerra non stabilisce chi ha ragione, ma solo chi sopravvive. Ed è ora di dire forte: basta armi, basta guerre, l’umanità non ne ha bisogno. “Riuniremo tutta l’Italia in un momento per dimostrare la forza della pace”, così Michele Santoro, ideatore della manifestazione, che è partita alle 12, quando tutte e tutti si sono mossi all’unisono per completare il loro percorso. 

Articoli correlati

Contro la secessione dei ricchi, per la Costituzione

Una controriforma che spacca il Paese, aumentando disuguaglianze e divari territoriali. Senza minimamente affrontare la crisi sociale che stiamo attraversando. È l'Autonomia differenziata su...

Mininni: “Con le destre non tira un buon vento per l’Europa. E la pace è un valore sempre più lontano”

L'intervista al segretario generale della Flai su 'Il diario del lavoro' È da Caserta, dove si è da poco conclusa la VI edizione del premio...

Sfruttamento lavorativo, l’inchiesta di Flai e L’Altro diritto: aumentano i casi e diminuisce il gap Nord-Sud

Presentato oggi a Ragusa il V Rapporto del Laboratorio che monitora l’applicazione della legge 199/2016 “anticaporalato” Aumentano esponenzialmente le inchieste per sfruttamento lavorativo aperte dalle...