Una domenica di pace, la Flai Cgil alla staffetta dell’umanità

Domenica 7 maggio la la Flai Cgil ha partecipato alla #staffettadellumanità, una camminata per la pace da un capo all’altro della penisola, che ha unito tutte le regioni italiane, in contemporanea. Da Aosta a Lampedusa per riaccendere la speranza, per dare una possibilità alla pace, come canta John Lennon. Una staffetta che ha scelto per testimone l’arcobaleno, tutti i colori che la guerra cancella in un buco nero fatto di morti, sofferenze e devastazioni. Sappiamo bene che la Russia ha invaso in modo assurdo l’Ucraina, ma sappiamo anche che ogni morto è un gesto contro natura, perché la guerra non stabilisce chi ha ragione, ma solo chi sopravvive. Ed è ora di dire forte: basta armi, basta guerre, l’umanità non ne ha bisogno. “Riuniremo tutta l’Italia in un momento per dimostrare la forza della pace”, così Michele Santoro, ideatore della manifestazione, che è partita alle 12, quando tutte e tutti si sono mossi all’unisono per completare il loro percorso. 

Articoli correlati

Flai ad Assisi per alimentare pace e disarmo

“…ho deciso che diserterò”, alla fine di una splendida giornata di sole, mentre la sera cala veloce in uno dei giorni più ‘corti’ dell’anno,...

Flai con Legambiente per accelerare la transizione ecologica

I partigiani della transizione ecologica si sono dati appuntamento a Roma, all’Auditorium del Massimo all’Eur. Benvenuti al XII congresso nazionale di Legambiente, dove la...

Ancora in piazza, ‘Adesso basta!’

Ancora una volta la Flai è in piazza, ancora in sciopero. Quinto giorno di mobilitazione per Cgil e Uil. A incrociare le braccia sono...