Catania, la lezione si fa in mare con la Flai Cgil

Sono studenti giovanissimi, ragazze e ragazzi minorenni o appena maggiorenni. Hanno la vita davanti e la voglia di fare nuove esperienze. Dalle finestre di scuola dell’istituto nautico “Duca degli Abruzzi” si vede il mare. Un compagno di vita per chi abita in questa città, non c’è famiglia che non abbia un parente pescatore, magari un nonno oppure uno zio, perché le nuove generazioni stanno abbandonando un mestiere bello e affascinante, ma faticoso e non privo di rischi, con guadagni ormai insignificanti.

Come tutti gli adolescenti, i ragazzi sono curiosi. Così hanno accettato con gioia l’invito della Flai Cgil a passare una giornata in mare aperto, sulle barche che battono le rotte dei branchi di pesci al largo del mare catanese. Imbarcati al fianco di pescatori esperti per confrontarsi con un mestiere antico ma sempre attuale, che caratterizza la storia dell’isola. Perché la Sicilia è anche il suo mare.

Per approfondire: https://bit.ly/3Wr4bFt

Articoli correlati

Modena, accordo fra Caseificio Granterre e Coopservice, contratto alimentare esteso a 40 addetti in appalto

I circa quaranta addetti (in prevalenza donne) dipendenti di Cooperservice, che operano in appalto nello stabilimento Caseificio Granterre di Modena, saranno uniformati ai dipendenti...

Pastificio Paone (LT), confermato sfratto per cessata locazione. Flai Cgil: forte preoccupazione, servono risposte concrete

La difficile situazione dei lavoratori del Pastificio Paone si complica ulteriormente: un’altra sentenza si aggiunge alle criticità degli ultimi anni. Per lo storico stabilimento di...

Puglia, centinaia di lavoratori Arif in protesta a Bari. La Regione fa dietrofront

Centinaia di lavoratori dell'Arif, Agenzia regionale attività irrigue e forestali, hanno protestato davanti alla Regione Puglia, a Bari. Una mobilitazione organizzata dai sindacati dell’agroindustria...