Andria, la Camera del Lavoro segna il tutto esaurito per dire ‘Adesso basta’

Assemblea nella storica Camera del Lavoro di Andria con Rsa, Rsu, delegati del settore ortofrutticolo, agricolo e del mondo agroalimentare. Si affrontano i temi della salute e della sicurezza sui luoghi di lavoro, delle tutele negate spesso e volentieri, mentre crescono ancora precarietà e sfruttamento. Un’iniziativa  che riscuote un ottimo successo, in preparazione dello sciopero proclamato da Cgil e Uil per il prossimo primo dicembre.

Dopo l’intervento iniziale del Coordinatore della Camera del Lavoro di Andria Antonio Di Bari, hanno preso la parola Gaetano Riglietti segretario generale Flai Cgil Bat, Michele Valente segretario generale Cgil Bat, e a ruota numerose testimonianze dai luoghi di lavoro, per ripetere con forza ‘adesso basta’, lo sciopero è  un diritto e mai come oggi anche un dovere, ricordando le lotte portate avanti da Giuseppe Di Vittorio, nato proprio in questi territori.

Ad Antonio Gagliardi segretario generale Flai Cgil Puglia sono state affidate le conclusioni di questa partecipatissima assemblea, che è anche una risposta a un governo e a un ministro, Matteo Salvini, incapaci di ascoltare le voci del lavoro che tenta inutilmente di imbavagliare. Appuntamento nelle piazze, di tutta la penisola. 

Articoli correlati

Ortofrutta trentino, vittoria sindacale, più 11% in busta paga per 1.800 lavoratori

È bastato il primo dei 2 giorni di sciopero per dare la svolta alla trattativa. Sabato si torna nei magazzini. Flai Cgil e Fai...

Centrale del latte Alessandria, la lotta continua

Benedetto, Flai Cgil: “48 famiglie attendono risposte” Dopo l’annuncio della liquidazione giudiziaria della centrale del latte di Alessandria e Asti, i dipendenti sono entrati in...

Mantova ricorda Argentina Altobelli, figlia e madre del movimento operaio moderno

Inaugurata la mostra nella Camera del lavoro lombarda. Guaraldi, Flai Cgil: “È dal suo esempio che ha preso ispirazione il nostro sindacato di strada” Inaugurata...