HomeComunicatiFermo pesca. Fai, Flai e Uila pesca chiedono incontro urgente con Ministeri...

Fermo pesca. Fai, Flai e Uila pesca chiedono incontro urgente con Ministeri del Lavoro e Agricoltura per indennizzo

Ad oltre due mesi di distanza dalla pubblicazione del Decreto sul fermo biologico siamo ancora in attesa dell’emanazione del decreto attuativo relativo alle modalità con cui dovrà essere riconosciuta ai lavoratori del settore la misura sociale straordinaria prevista all’interno della legge di stabilità 2016.
Sono già terminati due periodi di fermo pesca relativi agli arenili compresi tra le marinerie di Trieste – Ancona e Manfredonia – Bari e ad oggi sia i lavoratori che le imprese non conoscono né i requisiti per l’accesso alla misura straordinaria né tantomeno le modalità con le quali la stessa dovrà essere erogata. Inoltre, essendo una integrazione al reddito, le imprese si trovano nella impossibilità di corrispondere le retribuzioni in maniera corretta.
Tutto ciò sta creando un clima di forte tensione tra imprese e lavoratori ed è inaccettabile il silenzio dei dicasteri competenti, nonostante le diverse richieste di incontro da noi formulate nei mesi scorsi per avere indicazioni ed evitare quanto si sta verificando nelle marinerie italiane.
Ribadiamo la necessità di un incontro urgente con il Ministero del Lavoro e con il Ministero dell’Agricoltura al fine di avviare rapidamente l’iter di definizione del decreto attuativo.

Articoli correlati

Flai Cgil all’assemblea nazionale dei Campi della legalità di Libera

All’Assemblea nazionale dei campi di impegno e formazione sui beni confiscati alla criminalità organizzata ‘E!State Liberi!’, all’Auditorium San Domenico di Roma, Jean-René Bilongo, capo dipartimento legalità Flai Nazionale e presidente dell’Osservatorio Placido Rizzotto, interviene...

Agricoltura. Fiatti: bene PAC Italia, insieme a condizionalità sociale deve creare buona occupazione

“Una buona notizia per il settore agricolo il via libera della Commissione europea al Piano Strategico Nazionale dell'Italia sulla Politica agricola comune (Pac), con un sostegno di oltre 35 miliardi di euro, tra contributi...

MEMORIA 2 Dicembre 1968. I fatti di Avola: la polizia spara sui braccianti

Sono all’undicesimo giorno di sciopero i braccianti siracusani e l’intervento armato della polizia altro non è che il tentativo delle forze agrarie di spezzare il movimento rivendicativo, di dare una lezione a tutti i...

6 e 7 dicembre a Roma seminario finale del progetto Di.Agr.A.M.M.I. di Legalità al centro-nord

In 30 mesi di attività di contrasto al caporalato e allo sfruttamento dei lavoratori migranti in agricoltura, ha aiutato oltre 20mila persone Si terrà il 6 e 7 dicembre 2022 nel Centro Congressi Roma Eventi...

Flai Cgil, altri nove bancali di cibo al Vaticano, solidarietà concreta per chi non arriva a fine mese

L’aumento sempre più marcato delle diseguaglianze, evidenziato da tutti i centri di ricerca, rende indispensabili interventi di solidarietà concreta. Contro vecchie e nuove povertà servono risposte decise, va in questa direzione la consegna da...