HomeComunicatiChiusura Queen’s Srl (ex Principe) di Trieste, Fai Cisl e Flai Cgil:...

Chiusura Queen’s Srl (ex Principe) di Trieste, Fai Cisl e Flai Cgil: “Decisione inaccettabile”

“Il prodotto piace ma la fabbrica chiude”. Le segreterie nazionali di Fai Cisl e Flai Cgil sono sconcertate dalla decisione del Fondo Wrm di dismettere il prosciuttificio di Trieste.

“Una scelta improvvisa e inaccettabile, che lascia senza futuro lavorativo i 49 dipendenti dello stabilimento – dichiarano i sindacati che proseguono – la direzione aziendale non ha saputo fornire valide motivazioni, limitandosi a dichiarare testualmente che il progetto di rivalutazione e sviluppo del sito di San Dorligo della Valle non è più realizzabile”.

 

L’assenza di piani industriali mette a rischio posti di lavoro, e marchi storici e produzioni anche di eccellenza. “Il rischio è quello di perdere competenze e professionalità di lavoratrici e lavoratori esperti che con il loro saper fare hanno contribuito all’arricchimento e al benessere del territorio. Sorprende che la qualità della produzione e la certificazione verso il mercato Usa non risultino di interesse per il gruppo Rigamonti (oggi proprietario dei marchi Principe e King’ e già impegnato con un accordo commerciale nel progetto di sviluppo) o per altri gruppi del settore. I fondi di investimento non possono sacrificare sull’altare del profitto l’industria italiana. Non si parla di prodotti rifiutati dal mercato, ma di logiche che non hanno niente a che fare con  le dinamiche imprenditoriali, e che impoveriscono il settore” concludono le segreterie nazionali di Fai e Flai.

Articoli correlati

Pernigotti. Incontro congiunto al Ministero del lavoro

  Si è svolto questa mattina, in video conferenza, l’esame congiunto, presso il ministero del Lavoro, sulla vertenza Pernigotti al quale hanno partecipato, alla presenza anche del Mise, i rappresentanti nazionali e territoriali di Fai,...

Pesca. Ennesimo incidente mortale conferma la pericolosità del settore. Urgente applicare al comparto norme di sicurezza previste da Testo Unico 81

"La pesca rimane una delle professioni più pericolose al mondo e l'incidente di lunedì scorso, dove un pescatore ha perso la vita nel rovesciamento della vongolara su cui era imbarcato, conferma questo triste primato...

Vertenza BuCastelli – Alival. Fai, Flai, Uila: sciopero riuscito, dai lavoratori un segnale forte

“Sciopero riuscito oggi nei vari siti del gruppo BuCastelli – Alival a fronte della annunciata chiusura degli stabilimenti di Ponte Buggianese, Reggio Calabria e degli esuberi a Santa Rita. Forte il segnale arrivato dai...

Nel Gran Ghetto di Foggia tragedia annunciata, necessario agire su alloggi e trasporti

“Ancora, l’ennesima una tragedia annunciata, ancora una morte che poteva essere evitata se fossero messe in atto misure di accoglienza adeguate e se i lavoratori stranieri fossero in condizione di ricevere paghe adeguate”. Così...

Accordo integrativo Bat. Fai, Flai e Uila: “Misure innovative per sostenere le famiglie e contrastare l’inflazione”

Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil commentano con soddisfazione il nuovo accordo integrativo, per il quadriennio 2022-2025, sottoscritto con Bat, British American Tobacco Italia “che prevede misure di contrasto all’inflazione, in sostegno alle famiglie che...