Vicinanza e solidarietà al popolo birmano

Grazie alla Cgil con il sindacato birmano Ctum e l’associazione Italia-Birmania, per ribadire vicinanza e solidarietà al popolo birmano, che dopo il colpo di stato militare del 2021 si trova in una condizione disastrosa con oltre 2mln di sfollati e intere comunità rase al suolo dai bombardamenti dei miliziani. La giunta militare coordina uno sfruttamento sistematizzato del lavoro di milioni di lavoratrici e lavoratori costretti, spessissimo, a lavorare  7 giorni su 7 per recuperare la produttività voluta dagli acquirenti esteri. I partiti di opposizione sono messi al bando così come i sindacati. Finora sono stati uccisi più di 50 sindacalisti, la maggior parte di loro vive in clandestinità o all’estero come Khai Zar Aung. La Flai, con la Cgil, si adopera attivamente per sostenere il sindacato birmano e per promuovere la campagna per il riconoscimento internazionale del Governo di Unità Nazionale del Myanmar.

Firma la petizione 👉 https://bit.ly/3nrr6o7

Articoli correlati

Rinnovato il Protocollo aggiuntivo per il personale operaio assunto dal CUFAA: “Soddisfazione per recepimento CCNL Forestali, primo passo per valorizzazione comparto”

Si sono incontrati oggi a Roma, presso il Comando Unità Forestali Ambientali ed Agroalimentari Carabinieri, alla presenza del Generale C.A. Andrea Rispoli, Comandante del...

La questione migratoria, il Pci e le sinistre nell’Italia del Novecento

Bilongo: “L’assenza odierna di una spinta progressista è sostituita da ideologie reazionarie che producono ostracismo e respingimenti” Nella storia delle Storie del mondo i migranti...

Fai, Flai e Uila Pesca incontrano il ministro Lollobrigida

Fai, Flai e Uila Pesca, insieme alle associazioni di categoria, hanno incontrato oggi presso il Masaf, il ministro Francesco Lollobrigida. Al centro dell’incontro le...