HomeComunicatiPac post 2020, sindacati chiedono incontro a Bellanova sui temi del lavoro 

Pac post 2020, sindacati chiedono incontro a Bellanova sui temi del lavoro 

L’Italia appoggi le nostre richieste nel Consiglio europeo Agrifish del 19 ottobre 

I segretari generali di Fai, Flai e Uila hanno scritto alla ministra per le politiche agricole Teresa Bellanova chiedendo un incontro, in vista del prossimo Consiglio dei ministri agricoli dell’Unione europea (Agrifish) fissato per il 19 ottobre, per illustrare e discutere le proposte in tema di lavoro che il sindacato europeo vorrebbe fossero inserite nella Pac post 2020.

Nella lettera, i tre segretari ringraziano la ministra Bellanova per aver già espresso attenzione verso i temi del lavoro nella precedente riunione del consiglio Agrifish di luglio che ha affrontato il tema della Pac. “Ma il tempo stringe” scrivono Onofrio Rota, Giovanni Mininni e Stefano Mantegazza “e le prossime settimane saranno cruciali”.

La richiesta dei sindacati, che in Europa sono rappresentati dall’Effat, è di inserire il principio della “condizionalità sociale” nella concessione degli aiuti comunitari alle aziende e cioè le corresponsioni della PAC dovranno essere ridotte o non essere erogate agli agricoltori che non rispettano le condizioni di lavoro e di occupazione applicabili e/o gli obblighi del datore di lavoro derivanti dai relativi contratti collettivi e dal diritto sociale e del lavoro a livello nazionale, europeo ed internazionale.

Su questa richiesta spiegano Fai-Flai-Uila sta crescendo il consenso, sia all’interno del Parlamento europeo che nell’opinione pubblica.

“Esiste quindi uno spazio per affermare le nostre proposte” scrivono ancora i tre segretari generali “ma il percorso è ancora lungo e difficile, soprattutto all’interno del Consiglio dei ministri europei dove, a quanto ci risulta, il tema della condizionalità sociale è trattato solo in maniera marginale. È quindi importante che le nostre richieste siano supportate anche e proprio in questa sede”.

 

Da qui l’appello di Fai-Flai-Uila alla Bellanova di sollecitare il governo italiano a sostenere le richieste del sindacato e la richiesta di un incontro urgente.

Articoli correlati

Pernigotti, nuovo incontro al Mise. Fai, Flai e Uila: disponibili ad esaminare un nuovo piano industriale con tempistiche e risorse certe

Si è svolta questa mattina, in video conferenza, una nuova riunione convocata presso il ministero dello sviluppo economico, sulla vertenza Pernigotti alla quale hanno partecipato oltre ai rappresentanti nazionali e territoriali di Fai, Flai...

Pernigotti. Incontro congiunto al Ministero del lavoro

  Si è svolto questa mattina, in video conferenza, l’esame congiunto, presso il ministero del Lavoro, sulla vertenza Pernigotti al quale hanno partecipato, alla presenza anche del Mise, i rappresentanti nazionali e territoriali di Fai,...

Pesca. Ennesimo incidente mortale conferma la pericolosità del settore. Urgente applicare al comparto norme di sicurezza previste da Testo Unico 81

"La pesca rimane una delle professioni più pericolose al mondo e l'incidente di lunedì scorso, dove un pescatore ha perso la vita nel rovesciamento della vongolara su cui era imbarcato, conferma questo triste primato...

Vertenza BuCastelli – Alival. Fai, Flai, Uila: sciopero riuscito, dai lavoratori un segnale forte

“Sciopero riuscito oggi nei vari siti del gruppo BuCastelli – Alival a fronte della annunciata chiusura degli stabilimenti di Ponte Buggianese, Reggio Calabria e degli esuberi a Santa Rita. Forte il segnale arrivato dai...

Nel Gran Ghetto di Foggia tragedia annunciata, necessario agire su alloggi e trasporti

“Ancora, l’ennesima una tragedia annunciata, ancora una morte che poteva essere evitata se fossero messe in atto misure di accoglienza adeguate e se i lavoratori stranieri fossero in condizione di ricevere paghe adeguate”. Così...