HomeComunicatiNestle'. Comunicato stampa unitario su incontro al ministero

Nestle’. Comunicato stampa unitario su incontro al ministero

Questo pomeriggio presso il Ministero dello sviluppo economico si è tenuto un incontro tra il gruppo Nestlé e le federazioni sindacali nazionali Fai Cisl Flai Cgil Uila Uil insieme ad una delegazione di Rsu per valutare lo stato degli andamenti produttivi e occupazionali dei vari stabilimenti presenti in Italia con un focus specifico sul settore gelato e sullo stabilimento della Perugina.

L’azienda ha confermato la volontà di voler continuare a produrre in Italia, ma non ha indicato un piano industriale comprensivo di investimenti in grado di sostenere tale obiettivo. L’eventuale costituzione di una nuova società del gelato al 50% con la R&R group, annunciata a mezzo stampa, può essere una indicazione a voler continuare a produrre il gelato ma non è chiaro come sostenere la produzione nei due stabilimenti di Parma e Ferentino che hanno visto negli ultimi cinque anni diminuire del 18% i volumi produttivi.

Per quanto riguarda lo stabilimento della Perugina, dove i volumi negli ultimi cinque anni son diminuiti del 17%, dei 250 lavoratori stagionali storici ad oggi ne hanno lavorato solo 45 per sole tre settimane e gli altri dipendenti sono interessati dal secondo anno di solidarietà, l’azienda non ha ancora predisposto un piano industriale in grado di sostenere la saturazione produttiva dell’impianto.

Come Fai Cisl Flai Cgil Uila Uil chiediamo al ministero dello sviluppo economico di sollecitare la multinazionale a realizzare nuovi investimenti nel nostro paese in una fase di ripresa dei consumi come quella attuale.

A conclusione dell’incontro il ministero si è impegnato a continuare a monitorare l’evoluzione della situazione lasciando aperto il tavolo di confronto tra le parti.

Articoli correlati

Agricoltura. Fiatti: bene PAC Italia, insieme a condizionalità sociale deve creare buona occupazione

“Una buona notizia per il settore agricolo il via libera della Commissione europea al Piano Strategico Nazionale dell'Italia sulla Politica agricola comune (Pac), con un sostegno di oltre 35 miliardi di euro, tra contributi...

MEMORIA 2 Dicembre 1968. I fatti di Avola: la polizia spara sui braccianti

Sono all’undicesimo giorno di sciopero i braccianti siracusani e l’intervento armato della polizia altro non è che il tentativo delle forze agrarie di spezzare il movimento rivendicativo, di dare una lezione a tutti i...

6 e 7 dicembre a Roma seminario finale del progetto Di.Agr.A.M.M.I. di Legalità al centro-nord

In 30 mesi di attività di contrasto al caporalato e allo sfruttamento dei lavoratori migranti in agricoltura, ha aiutato oltre 20mila persone Si terrà il 6 e 7 dicembre 2022 nel Centro Congressi Roma Eventi...

Flai Cgil, altri nove bancali di cibo al Vaticano, solidarietà concreta per chi non arriva a fine mese

L’aumento sempre più marcato delle diseguaglianze, evidenziato da tutti i centri di ricerca, rende indispensabili interventi di solidarietà concreta. Contro vecchie e nuove povertà servono risposte decise, va in questa direzione la consegna da...

Agricoltura: BioAs e Osservatorio Placido Rizzotto insieme per contrastare concretamente il caporalato e ogni forma di sfruttamento

Per fermare il caporalato e lo sfruttamento in agricoltura le leggi sono importanti ma ci vogliono azioni concrete.  L’accordo siglato ieri tra l’Osservatorio Placido Rizzotto e BioAs (Associazione Nazionale Bio Agricoltura Sociale), va proprio in...