Nel Gran Ghetto di Foggia tragedia annunciata, necessario agire su alloggi e trasporti

“Ancora, l’ennesima una tragedia annunciata, ancora una morte che poteva essere evitata se fossero messe in atto misure di accoglienza adeguate e se i lavoratori stranieri fossero in condizione di ricevere paghe adeguate”. Così Davide Fiatti e Jean René Bilongo della Flai Cgil nazionale commentano la tragedia avvenuta questa notte nell’incendio sviluppatosi nel Gran Ghetto, in provincia di Foggia, dove ha perso la vita il giovane gambiano Yussuf Joff, un lavoratore impiegato nella raccolta stagionale.

“Accampamenti informali e baraccopoli sono bacini di manodopera a buon mercato, luoghi del reclutamento per i caporali e per le aziende che di loro si servono. Il Gran Ghetto è luogo dalle condizioni di vita proibitive, ai margini, delle città e dei centri abitati, lontano dagli occhi della cittadinanza e da quelli di chi sceglie di non vedere. 

Il Piano Triennale di contrasto allo sfruttamento lavorativo e al caporalato in agricoltura annovera tra le proprie priorità tematiche quella degli alloggi e foresterie temporanee per gli stagionali. La provincia di Foggia è destinataria di oltre 100 milioni di euro stanziati all’uopo dal PNRR. Non si possono aspettare altre tragedie. Quelle risorse vanno impegnate per risanare il volto deturpato del lavoro in agricoltura. Come Flai Cgil continueremo la nostra battaglia in difesa di questi lavoratori colpiti da continue ingiustizie e con rammarico esprimiamo cordoglio e indignazione per una morte che poteva essere evitata”.

 

Articoli correlati

La questione migratoria, il Pci e le sinistre nell’Italia del Novecento

Bilongo: “L’assenza odierna di una spinta progressista è sostituita da ideologie reazionarie che producono ostracismo e respingimenti” Nella storia delle Storie del mondo i migranti...

Fai, Flai e Uila Pesca incontrano il ministro Lollobrigida

Fai, Flai e Uila Pesca, insieme alle associazioni di categoria, hanno incontrato oggi presso il Masaf, il ministro Francesco Lollobrigida. Al centro dell’incontro le...

Ccnl industria alimentare, nuovo confronto a fine febbraio

Si è svolta a Roma la riunione plenaria, durata tre giorni, per il rinnovo del Ccnl dell’industria alimentare, scaduto a novembre 2023, che riguarda oltre 400mila...