HomeComunicatiCCNL Industria Alimentare e nuovo modello contrattuale - Crogi risponde a Federalimentare

CCNL Industria Alimentare e nuovo modello contrattuale – Crogi risponde a Federalimentare

“La dichiarazione di Colavita per quanto riguarda il nuovo modello contrattuale elaborato da Cgil, Cisl e Uil ci dà il polso della situazione del reale motivo per cui il tavolo per il rinnovo del Ccnl alimentare si è fermato”. Lo afferma il Segretario Generale della Flai Cgil Nazionale, Stefania Crogi.
“Chiedere un intervento governativo su argomenti che da sempre sono di natura pattizia tra i corpi intermedi di rappresentanza significa sposare la posizione espressa da Renzi di voler superare un ruolo che da sempre è esercitato dalle organizzazioni sindacali”.
“Nella nuova proposta di nuovo modello contrattuale – prosegue Crogi – si ritrovano ampiamente i temi della Piattaforma che Fai, Flai e Uila stanno discutendo e che vorrebbero concludere positivamente. Chiediamo a Federalimentare: un’equa soluzione salariale sui minimi tabellari dei lavoratori, una reale esigibilità e ampliamento della contrattazione di secondo livello, diritti a cominciare dalla sicurezza che debbono valere per tutti i lavoratori di un sito produttivo, tutele in termini di diritti ed occupazione negli appalti”.
“Il Vicepresidente di Federalimentare – conclude Crogi – farebbe bene a riflettere sulle modalità con le quali riprendere un negoziato che le parti datoriali hanno compromesso, invece di delegare ad altri – ai quali non compete – ed esercitare un ruolo che per natura gli è proprio”.

Articoli correlati

Flai Cgil all’assemblea nazionale dei Campi della legalità di Libera

All’Assemblea nazionale dei campi di impegno e formazione sui beni confiscati alla criminalità organizzata ‘E!State Liberi!’, all’Auditorium San Domenico di Roma, Jean-René Bilongo, capo dipartimento legalità Flai Nazionale e presidente dell’Osservatorio Placido Rizzotto, interviene...

Agricoltura. Fiatti: bene PAC Italia, insieme a condizionalità sociale deve creare buona occupazione

“Una buona notizia per il settore agricolo il via libera della Commissione europea al Piano Strategico Nazionale dell'Italia sulla Politica agricola comune (Pac), con un sostegno di oltre 35 miliardi di euro, tra contributi...

MEMORIA 2 Dicembre 1968. I fatti di Avola: la polizia spara sui braccianti

Sono all’undicesimo giorno di sciopero i braccianti siracusani e l’intervento armato della polizia altro non è che il tentativo delle forze agrarie di spezzare il movimento rivendicativo, di dare una lezione a tutti i...

6 e 7 dicembre a Roma seminario finale del progetto Di.Agr.A.M.M.I. di Legalità al centro-nord

In 30 mesi di attività di contrasto al caporalato e allo sfruttamento dei lavoratori migranti in agricoltura, ha aiutato oltre 20mila persone Si terrà il 6 e 7 dicembre 2022 nel Centro Congressi Roma Eventi...

Flai Cgil, altri nove bancali di cibo al Vaticano, solidarietà concreta per chi non arriva a fine mese

L’aumento sempre più marcato delle diseguaglianze, evidenziato da tutti i centri di ricerca, rende indispensabili interventi di solidarietà concreta. Contro vecchie e nuove povertà servono risposte decise, va in questa direzione la consegna da...