FLAI CGIL
You are here:  / Tende rosse news / #cimettiamoletende. Il 15 luglio a Bari

#cimettiamoletende. Il 15 luglio a Bari

Con la “Tenda Rossa” la Flai Cgil intende incontrare i lavoratori nei luoghi di lavoro e di ritrovo; per questo motivo venerdì 15 luglio, alle ore18,30, partiremo dal Molo San Nicola di Bari per occupare e presidiare il teatro naturale nel quale operano i lavoratori della Pesca aprendo un dibattito pubblico finalizzato alla ricerca delle soluzioni alle problematiche che affliggono il comparto della pesca ed a fornire informazioni sull’attività della FLAI CGIL in particolare rispetto alla battaglia per la legalità ed a sostegno delle vertenza nazionali per il riconoscimento delle Malattie Professionali nel settore della Pesca.

I lavoratori della pesca infatti, sono ai primi posti per numero di infortuni sul lavoro e per le malattie professionali: queste purtroppo ad oggi non sono ancora tabellate dall’INAL, nonostante i rischi per la salute derivanti dagli agenti atmosferici e dalle condizioni di lavoro alle quali i pescatori sono sottoposti.

All’iniziativa della FLAI CGIL Metropolitana di Bari presieduta da Ninni Mincuzzi, Segretario Generale della Flai Cgil di Bari, interverrà il Sindaco Metropolitano di Bari Antonio Decaro dopo la relazione di Maria Viniero della Segretaria della Flai Cgil di Bari dibatteranno Gigia Bucci Segretaria della CGIL di Bari, l’On. Elena Gentile Parlamentare Europea componente della Commissione Pesca e Mario Fraccascia della Segreteria FLAI CGIL Puglia con le conclusioni di Antonio Pucillo della FLAI CGIL Nazionale.

Obiettivo della iniziativa è tra l’altro quello di rimarcare la necessità che il settore della pesca venga equiparato a tutti gli altri settori produttivi, sia dal punto di vista della sicurezza sul lavoro, con l’applicazione del testo unico dlgs 81/08, sia dal punto di vista degli ammortizzatori sociali che ad oggi vedono ancora escluso il settore della pesca, non ancora dotato di uno strumento ordinario capace di supplire ai momenti di non lavoro e che garantisca ai pescatori un lavoro ed un reddito dignitoso, anche alla luce delle misure fissate dal Parlamento europeo sempre più orientate al modello di pesca dei Paesi nordici con conseguente penalizzazione delle marinerie mediterranee.

Dopo Bari, la tenda rossa della Flai Cgil farà tappa in altri Comuni dell’area metropolitana di Bari per mantenere accesi i riflettori su altre importanti vertenze come quella relativa alla lotta al caporalato in agricoltura.