Adottiamo il futuro. Firmato accordo Flai-Fcei

E’ stato firmato questo pomeriggio, presso la sede della Federazione delle chiese evangeliche in Italia (FCEI),un accordo tra FCEI e Federazione nazionale lavoratori agroindustria: l’accordo, che abbiamo intitolato “Adottiamo il futuro”, impegna la Flai a farsi carico delle spese legate all’accoglienza di una delle famiglie di profughi siriani che giungerà in Italia con i prossimi corridoi umanitaridal Libano.

A sottoscrivere l’importante progetto all’insegna dell’accoglienza e della solidarietà sono stati Ivana Galli, Segretaria generale Flai Cgil e il presidente FCEI Luca Maria Negro.

“Siamo felici di constatare – ha dichiarato Negro – come attorno ai corridoi umanitari, nati dall’iniziativa ecumenica di diverse chiese cristiane, nascano altre forme di impegno aperto e condiviso. Penso ad esempio ai Comuni calabresi di Riace e Gioiosa Ionica, che per far fronte allo spopolamento delle loro terre agricole hanno scommesso sull’integrazione di nuove forze, organizzando insieme a noi evangelici l’accoglienza dell’ultimo gruppo di siriani giunti in Italia via corridoi umanitari; e penso a questo nuovo accordo con la Federazione nazionale lavoratori agroindustria, cui va tutta la nostra gratitudine per quest’atto di fiducia reciproca”.

Molto soddisfatta Ivana Galli, che ha sottolineato che come Flai “assumiamo questo impegno come doveroso; come società abbiamo la pessima abitudine di dimenticare, ma l’unica soluzione che abbiamo è interrogarci su come mettere in campo azioni concrete e responsabili. Come come FLAI lavoriamo da più di dieci anni nel campo dell’accoglienza, cercando di coniugarla sempre con il lavoro e i diritti. Conosciamo le storie dei migranti che giungono nel nostro paese e che spesso trovano impiego proprio in agricoltura, incontrando i fenomeni dello sfruttamento e del caporalato. L’iniziativa di oggi ha un enorme valore poiché è un gesto di solidarietà che i lavoratori di oggi, i lavoratori della Flai, fanno nei confronti dei lavoratori di domani”.

Alla conferenza stampa, oltre ai rappresentanti delle Flai, era presente anche la Cgil nazionale con Selly Kane.