30 settembre – Riprendiamoci la libertà!

Care compagne, cari compagne,

i tragici fatti delle ultime settimane, che hanno visto donne, giovani e giovanissime, vittime di violenze e soprusi, fino ad essere uccise da una mano maschile, ci sconvolgono. Come donne e compagne del sindacato non possiamo rimanere indifferenti.

Susanna Camusso e la Cgil tutta, a partire dall’appello “Avete tolto senso alle parole” e poi con l’appuntamento di sabato 30 settembre con lo slogan “Riprendiamoci la libertà!”, ha lanciato una mobilitazione nazionale affinché dalle singole persone alla politica, alle istituzioni, ai media, alle forze dell’ordine ci sia un cambio di rotta nell’aggredire questo fenomeno drammatico che deve interessare tutti.

Il 30 settembre saremo nelle piazze delle nostre città per “riprenderci la libertà”, per riprenderci il rispetto e la dignità che troppe volte alle donne sono negati.

Per questi motivi vi chiedo di mettere il massimo impegno nel promuovere insieme alle Camere del lavoro Metropolitane e Territoriali manifestazioni, presidi, mini cortei, assicurando la più ampia partecipazione. 

È necessario esserci, partecipare, informare per dimostrare concretamente e con una presenza fisica che siamo tutte e tutti al fianco di quelle donne che vogliono denunciare, di quelle che ancora non trovano il coraggio, di quelle che magari hanno ricevuto risposte inefficaci da chi dovrebbe proteggerle. La Cgil e la Flai ci sono per dire ancora una volta che la violenza contro le donne è una sconfitta per tutti. 

Sicura della sensibilità di tutti su un tema così importante, vi invio fraterni saluti.

La Segretaria Generale

Ivana Galli

 

Di seguito il link al sito Cgil con tutti i materiali e il testo dell’Appello:

http://www.cgil.it/cgil-30-settembre-manifestazioni-tutta-italia-violenza-donne-riprendiamoci-la-liberta/