FLAI CGIL
You are here:  / News e documenti osservatorio PR / Rifiuti: Polizia Caserta sequestra terreno per disastro ambientale

Rifiuti: Polizia Caserta sequestra terreno per disastro ambientale

Caserta, 29 ott. – (Adnkronos) – Un decreto di sequestro emesso dal giudice delle indagini preliminari su richiesta del pm della Direzione distrettuale antimafia di Napoli e’ stato eseguito
stamattina dagli agenti della squadra mobile di Napoli. Oggetto del sequestro, un terreno agricolo situato a Trentola Ducenta (Caserta). Il terreno e’ stato sequestrato per attivita’ di gestione dei rifiuti non autorizzata e attivita’ organizzata per il traffico illecito di  rifiuti e “disastro ambientale”. Si tratta di reati aggravati dallo scopo di agevolare il clan dei Casalesi gruppo Bidognetti, attivo a Castelvolturno e in altre zone del casertano.
Il terreno sequestrato era nella disponibilita’ di Elio Roma, 61 anni indagato nell’ambito di questa vicenda con Nicola Mariniello di 58 anni. Il provvedimento eseguito dalla squadra mobile di Caserta diretta dal vicequestore Angelo Morabito rappresenta l’esito di una attivita’ investigativa coordinata dai pm della Dda Alessandro Milita e Giovanni Conzo.
All’attivita’ investigativa ha collaborato l’imprenditore Gaetano Vassallo e altri collaboratori di giustizia come Emilio Di Caterino, Tammaro Diana e Pasquale Di Giovanni. I collaboratori
avrebbero “confermato il sistema architettato da Roma Elio -spiegano gli investigatori- e dalle imprese riconducibili alla sua famiglia”.