BREVI DAI TERRITORI – Gennaio 2017

Siena. Rinnovato contratto provinciale dei lavoratori agricoli e florovivaisti

 Il 26 gennaio, dopo 13 mesi di trattativa, è stata sottoscritta da Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil ed Unione Provinciale Agricoltori e CIA, l’ipotesi di rinnovo del contratto provinciale degli operai agricoli e florovivaisti, frutto di un intenso lavoro e di un serrato confronto negoziale tra Sindacati ed Associazioni datoriali. I lavoratori interessati sono circa 12.000.

Il rinnovo prevede un aumento salariale tabellare del 3%, con decorrenza in un’unica trance a partire da ottobre 2016, sia per gli operai a tempo indeterminato che per quelli a tempo determinato e stabilisce delle novità migliorative in materia di salute e sicurezza sul lavoro: sulle forniture dpi (dispositivi sicurezza individuale), sull’obbligo di almeno 2 visite mediche all’anno e sul riconoscimento dei lavori disagiati. Un risultato di grande valore soprattutto perché coerente con l’obiettivo del mantenimento dei diritti dei lavoratori di questo precario e frammentato settore, nonché in linea con la nuova legge nazionale contro lo sfruttamento e il caporalato.

 


Puglia. Approvata legge di riordino dei Consorzi di bonifica commissariati

Dopo un’intensa e costante mobilitazione dei lavoratori, è stata approvata la legge di riordino dei Consorzi di bonifica commissariati, che interessa gli enti consortili dei territori provinciali di Bari, Taranto e Lecce i quali vengono trasferiti in un unico soggetto denominato “Consorzio di Bonifica Centro-Sud Puglia”. La legge tiene conto delle richieste formulate unitariamente dal sindacato, soprattutto nella modifica dell’articolo che riguarda il personale dei Consorzi soppressi: la garanzia dei livelli occupazionale, la continuità del rapporto di lavoro con il nuovo Consorzio e la garanzia lavorativa per gli operai stagionali. “Questi i punti di forza della rivendicazione sindacale portata a termine – dichiara Antonio Gagliardi, segretario generale Flai Puglia – e per la quale non posso che esprimere grande soddisfazione”.

 


Basilicata. Forestali senza stipendio da due mesi e in balia di giochi di potere

 Continuano a vivere nell’incertezza i lavoratori addetti alla forestazione, in attesa di due mensilità e del tfr. Non c’è una programmazione e aumentano le criticità, nonostante le continue sollecitazioni da parte delle segreterie regionali di Fai, Flai e Uila.

Tarda ad arrivare una risposta da parte della Regione alla richiesta di interventi urgenti per garantire il pagamento ai lavoratori e per avviare un progetto che dia prospettive e stabilità al settore.